Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Mantova decimato, Cioffi fa esperimenti aspettando Guazzo

Mantova Calcio

Calcio serie D

Mantova decimato, Cioffi fa esperimenti aspettando Guazzo

Via Baldinini. Out Riccò, Palma, Ricci, Cascone e Saccavino. Il mister: «Domenica serviranno grinta e un po’ di fortuna»

MANTOVA. Confermato l’addio del vicecapitano Baldinini  e preso atto delle cinque defezioni (Saccavino, Ricci, Cascone, Riccò e Palma) dovute a squalifiche e infortuni, Renato Cioffi cerca nel test del giovedì con la Juniores di abbozzare un undici da opporre domenica 17 dicembre alla Clodiense nell’ultima gara del girone di andata. Il tecnico nel consueto 3-5-2 sperimenta Franchini esterno sinistro, ma si riserva anche di provare oggi pomeriggio 15 (a porte chiuse) un 4-3-3 che lo costringerebbe però ad adattare diversi giocatori in ruoli non loro. Il tutto, aspettando una risposta dalla Lega per il tesseramento di Guazzo, che al momento non è ancora certo.

«Domenica mattina partiremo per Chioggia in 18, compreso il centrocampista della Juniores Arabia, se Guazzo sarà dei nostri - spiega Cioffi -. Altrimenti andremo in 17. La situazione purtroppo è questa e dobbiamo stringere i denti. Va superato questo momento e spero che per una volta in questa stagione anche noi possiamo avere un pizzico di fortuna, vincendo magari una partita non meritata al 100%».

La scelta di Baldinini ha sorpreso anche Cioffi: «Il ragazzo aveva manifestato la settimana scorsa la volontà di andare via, ma poi tutto era rientrato e io stesso avevo parlato con lui anche domenica dopo la gara. Poi ieri (mercoledì per chi legge, ndr) è tornato alla carica e non ce l’aspettavamo. Peccato». Questo addio costringerà il Mantova a tornare sul mercato: «La società era pronta a fare qualcosa subito - aggiunge Cioffi -, ma ho consigliato di aspettare e di valutare bene la scelta. Mi aspetto comunque che arrivino almeno due calciatori: uno al livello di Baldinini e uno a sinistra. Ma vi giuro che non vedo l’ora che si chiuda il mercato».

A Chioggia, intanto, bisognerà arrangiarsi: «A volte è proprio in queste situazioni di difficoltà che le squadre riescono a fare cose eccezionali - è l’auspicio del mister -. Sappiamo che ci aspetta una gara tosta, contro avversari che in casa hanno perso soltanto una volta, che fanno dell’intensità la loro forza ma che hanno anche elementi di spicco in avanti e a metà campo».

Per quanto riguarda il test di ieri con la Juniores, Cioffi nel primo tempo (chiuso 5-1) ha schierato Lazarevs in porta, Camara, Simone Aldrovandi e Bertozzini in difesa; Eddy e Franchini esterni; Moi, Correa e Raggio Garibaldi a metà campo; Debeljuh e Barone in attacco. Nella ripresa, invece, sempre col 3-5-2, Salsano in porta, Camara, Simone Aldrovandi e Bertozzini in difesa; Eddy (poi Jozic) e Carrasco esterni; Pernigotti, Raggio Garibaldi e Gallo a centrocampo; Suriano e Guazzo in attacco.

Per quanto concerne le reti, Guazzo ne ha segnate 4, Barone ha firmato una doppietta; un gol a testa per Debeljuh, Carrasco, Suriano (per la Juniores), Moi e Simone Aldrovandi.

«Al di là del modulo - conclude Renato Cioffi -, l’unico reparto in cui voglio riflettere bene prima di fare le scelte è l’attacco». L’impressione è che, in caso di tesseramento, Guazzo potrebbe essere lanciato dall’inizio, probabilmente in coppia con Barone o Suriano.

La squadra, per fare gruppo, ieri sera ha cenato al Marechiaro, storico sponsor che ha offerto ai ragazzi e allo staff un panettone per gli auguri.
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon