Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Mantova a Chioggia, Cioffi: «Con la Clodiense spero in un guizzo di Guazzo»

Mantova Calcio

Calcio serie D

Mantova a Chioggia, Cioffi: «Con la Clodiense spero in un guizzo di Guazzo»

Il mister lancia il bomber titolare: «Con le unghie e coi denti serve vincere» 

MANTOVA. «Spero in un guizzo di Guazzo». La battuta è di Renato Cioffi e fotografa bene lo spirito con cui il Mantova oggi 17 dicembre si presenta a Chioggia per sfidare la Clodiense. La speranza è che, nonostante le tante assenze (oltre a Baldinini, Riccò, Ricci, Saccavino, Palma e Cascone), dai nuovi acquisti biancorossi arrivi la spinta per tornare alla vittoria e chiudere bene il girone di andata.

Il mister, che solitamente “nasconde” la formazione fino al fischio d’inizio, stavolta non fa troppi misteri: «Penso di lanciare Guazzo fin dall’inizio - annuncia -, perché è un giocatore di cui in questo momento abbiamo bisogno. Lo vedo carico, per andare in forma ha bisogno di giocare e dunque gli darò spazio. Poi nel corso della gara vedremo, quando non ne avrà più lo sostituirò».

Per il resto, «la formazione - spiega Cioffi - dovrebbe essere quella provata giovedì». Dunque spazio a Moi inedita mezzala e a Franchini sull’out sinistro al posto di Riccò. A destra, Eddy sostituirà Baldinini. «Cascone e Palma verranno in panchina per fare gruppo - aggiunge il tecnico - e per dare una mano, anche soltanto a parole, ai compagni».

È il segnale che il Mantova vive un momento in cui stare tutti uniti. Un momento difficile a causa delle assenze e della “rivoluzione di mercato”; un momento più che delicato sotto il profilo della classifica: «Se pensassimo a questa gara guardando al primo posto diventerebbe fondamentale, perché in caso di mancata vittoria ci arriverebbe addosso un boomerang: il pensiero di non potercela più fare. Ma non dobbiamo guardarla in questo modo: pensiamo soltanto a un match per volta, cercando di ottenere più punti possibili: l’obiettivo è girare a quota 30, non pensiamo ad altro. Se non a regalare una gioia ai nostri tifosi e a passare tutti un Natale sereno».

Dell’avversario, che pure è in zona playout, Cioffi non si fida affatto: «La Clodiense è un’ottima squadra, che si è rinforzata sul mercato e che dispone di elementi importanti in attacco come Baido, Duravia e Santoni. In casa ha perso soltanto una volta e questo la dice lunga su ciò che ci aspetta. Al di là dell’avversario, però - continua il mister - noi dobbiamo fare il nostro. Ci troviamo in una situazione fra virgolette precaria, perché manca qualche giocatore di troppo, ma questo non vuol dire nulla: sono certo che chi andrà in campo farà in pieno il suo dovere. Affronteremo questa gara come tutte le altre in trasferta, cercando di imporre il nostro gioco. Potremo trovare qualche difficoltà in più, ma dovremo cercare con le unghie con i denti di portare a casa il risultato».

L’assetto di partenza sarà il 3-5-2, «ma in questi giorni abbiamo provato anche dell’altro - dice Cioffi - e saremmo dunque pronti a cambiare in corsa nel caso l’assetto degli avversari riservasse qualche sorpresa».

Sull’altro fronte, la Clodiense è annunciata in formazione tipo (4-3-3), con il centravanti Baido che torna titolare dopo essere entrato dalla panchina ad Arzignano e aver firmato una doppietta.
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik