Quotidiani locali

tennis tavolo serie a1: il bilancio 

Battini Agri, castellane da applausi

PaninoLab Bagnolese ok, ai ragazzi del Calzitaly serve una scossa

MANTOVA . Il 2018 delle tre formazioni mantovane impegnate nei campionati di A1 di tennis tavolo ricomincerà per l’Epifania, quando è in programma la ripresa di entrambi i tornei con la disputa della sesta giornata, penultima del girone d’andata.

L’anno solare che va chiudendosi sorride soprattutto alla Battini Agri, team femminile di Castel Goffredo: con lo scudetto cucito al petto, Tian Jing e compagne volano a punteggio pieno in vetta al loro girone, forti del grande apporto dato dal neo acquisto Li Xiang. E resta ancora da vedere all’opera Chiara Colantoni che scalpita per il rientro dopo l’infortunio all’inguine. Discorso diverso per il Calzitaly nel maschile: la prima fetta di stagione ha visto il team di coach Laghezza tentennare con due vittorie e ben tre ko. La vittoria su Norbello ha ridato morale, ora serviranno conferme, soprattutto da Chen, espressosi troppe volte a corrente alternata. «Sulle ragazze poco da dire, siamo più che soddisfatti - dice il dg castellano Franco Sciannimanico - ci aspettano il derby con la Bagnolese e poi il confronto con Cortemaggiore, che è un po’ l’ultimo test contro una delle squadre favorite per il titolo. Per i ragazzi attendiamo il confronto con Messina che ci precede di un punto: sarà una sfida da vincere. La Coppa Italia? Punteremo a portar a casa almeno un titolo».

Spostandosi all’estremo opposto della nostra provincia si sorride anche in casa della PaninoLab Bagnolese che da matricola della serie A1 femminile sta tenendo un ruolino di marcia assolutamente positivo sulla strada che conduce alla salvezza. Le ultime due vittorie negli scontri diretti contro Cagliari e Vallecamonica hanno proiettato Semenza e compagne addirittura al terzo posto in coabitazione con l’Eppan. Fieno in cascina per il difficile girone di ritorno e qualificazione alla Coppa Italia nel mirino. Meglio di così era difficile sperare. «Il 2017 è stato un grande anno - conferma il patron bagnolese Paolo Frigeri - abbiamo dominato l’A2 senza nemmeno una sconfitta e ora stiamo confermando le nostre potenzialità anche nella massima serie. La strada per la salvezza è ancora lunga ma intanto abbiamo conquistato punti preziosi: Encea ci sta dando quello che le chiedevamo, tanta sicurezza ed esperienza. Questo infonde grande fiducia in tutte le altre ragazze. Crediamo nella salvezza e, visto che siamo lì, anche nella possibilità di conquistarci un posto in Coppa Italia».

Davide Casarotto

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik