Quotidiani locali

TIRO CON L'ARCO

La Boari punta il mirino sugli Europei di agosto in Polonia

La campionessa rivaltese: 2017 al top con il titolo iridato junior a squadre. Quest'anno passo senior e voglio crescere nell'individuale

RIVALTA. Con ottanta podi internazionali, sei titoli mondiali e dodici titoli europei, va in archivio la stagione 2017 del tiro con l’arco, annata che una volta di più ha elevato l’Italia al ruolo di assoluta potenza sulla scena mondiale.

E tra i fautori di questo anno straordinario c’è anche una giovanissima mantovana, 162 cm di pura grinta e determinazione. Si tratta naturalmente di Lucilla Boari, ormai tra le stelle più luminose nel panorama nazionale e internazionale. Lucilla, tesserata per gli Arcieri Gonzaga, ha vissuto una stagione con numerose luci, il titolo mondiale giovanile a squadre su tutte, e qualche ombra, come la prestazione sottotono ai Mondiali senior di Città del Messico, ma nel complesso il suo bilancio può dirsi assolutamente positivo.

«Questo 2017 è andato tutto sommato bene - spiega la Boari - c’è stato solo un piccolo calo nel corso dei Mondiali senior, ma credo ci potesse stare. Venivo dall’oro a squadre giovanile, che mi aveva svuotato di energie sia fisiche che mentali, e in più eravamo a fine stagione, un periodo sempre complicato. Nelle altre gare internazionali sono andata abbastanza bene, portando a casa altri podi di grande soddisfazione».

Oltre all’oro giovanile di Rosario (Argentina) infatti, Lucilla ha trionfato anche nel Mixed team nella seconda tappa di European Youth Cup a Porec (Croazia), in coppia con Federico Musolesi, e nella prima tappa dell’European Grand prix, a Legnica (Polonia), in coppia con Emanuele Magrini. In quest’ultima gara è poi giunta seconda nell’individuale e terza nella prova a squadre, assieme a Tatiana Andreoli e Tanya Giaccheri. Lo scivolone ai Mondiali senior di Città del Messico dunque può essere archiviato nella categoria incidenti di percorso, così come il quarto posto ai tricolori di Oderzo, arrivato anche in questo caso dopo la conquista del titolo Juniores.

«L’obiettivo per il 2018 - spiega Lucilla - è proprio migliorare nelle gare individuali, dove so che posso e devo dare di più. Tutto questo naturalmente non significherà tralasciare le prove a squadre, che mi hanno regalato enormi soddisfazioni fin qui».

Testa già puntata al nuovo anno dunque che si aprirà con una novità: «Dal 1° gennaio passerò alla categoria Senior, entrando definitivamente nell’arco “dei grandi”. Il grande obiettivo sarà l’Europeo outdoor di Legnica (in Polonia, dal 27 agosto al 1° settembre, ndr), ma oltre a quello voglio far bene anche nelle numerose tappe di World Cup in programma a Shanghai, Antalya, Salt Lake City e Berlino».

E intanto Lucilla non si ferma. In questi giorni è stata impegnata nella gara interregionale di Gallarate, chiusa in buona posizione, eguagliando il suo record personale (579 punti). Il primo appuntamento del nuovo anno è invece fissato a Moglia per il 6 gennaio.(Nicola Artoni)
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik