Quotidiani locali

BASKET A2

Carraretto elogia Lamma: «Stings solidi a fine gara»

Basket A2. Il gm della Fortitudo ex compagno di squadra del coach biancorosso. Sul caso di Fultz messo fuori rosa: «Ha rilasciato dichiarazioni inopportune» 

MANTOVA. Bologna-Mantova non sarà certo una partita come le altre. Non lo sarà per la calda atmosfera del PalaDozza, per il valore della gara che può decidere l’eventuale qualificazione degli Stings in Coppa Italia e per la “partita nella partita” che vedrà opposti il coach biancorosso Davide Lamma e il general manager della Fortitudo, Marco Carraretto pure ex giocatore, che hanno condiviso tante battaglie sul parquet, tra cui quelle in maglia biancoblù.

«Abbiamo vissuto tante esperienze insieme - ricorda il gm della Consultivest -. Penso alla medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo con l’Italia nel 2005, alla promozione in A2 con la maglia della Fortitudo e alla stagione successiva in cui riuscimmo ad arrivare in finale dei playoff. Ciò che mi ha colpito della sua prima esperienza da coach è la gestione del gruppo. Mantova ha vinto molte partite nell’ultimo minuto e ciò denota che la squadra ha le idee chiare nei momenti topici degli incontri e che si allena tanto sulla concentrazione».

Per la Fortitudo, è stata fino a questo momento una stagione piuttosto positiva, considerando il secondo posto in classifica: «Contro Roseto e Piacenza - prosegue il dirigente - sono arrivate due vittorie importanti che ci hanno aiutato a riportare serenità dopo la sconfitta nel palasport di Montegranaro. C’è stato un grande rinnovamento del roster in estate e nel precampionato abbiamo avuto diversi infortuni e questo ha rallentato il nostro processo di crescita. Abbiamo un roster di qualità con una panchina lunga, sebbene non riusciamo ancora a essere concentrati per tutti i 40 minuti. Un vantaggio o uno svantaggio avere 12 forti giocatori? La concorrenza può portare alcuni a esprimersi meno bene in termini di medie rispetto alle ultime stagioni. Credo però che avere così tanta qualità sia per noi un pregio, in quanto ci permette di renderci imprevedibili agli avversari».

Negli ultimi giorni l’ambiente è stato scosso dalle dichiarazioni su alcuni compagni del play, ex Mantova, Robert Fultz messo quindi fuori rosa prima di Piacenza: «Vogliamo affrontare la situazione con serenità e lucidità e prendere la decisione migliore per giocatore e roster. Le sue dichiarazioni sono state inopportune, bisognerà vedere come il coach riuscirà a gestire la cosa con Fultz e il gruppo». Sul match contro Mantova: «Sarà una gara tosta contro una squadra che concede poco agli avversari e che punisce gli errori. Sebbene abbia un roster più corto rispetto al nostro, ha tanta qualità e può farci male coi suoi americani, in particolare Jones».

Alberto Carmone
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon