Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Mantova, si torna al 3-5-2 e Cioffi ha il dubbio esterno

Mantova Calcio

Calcio serie D

Mantova, si torna al 3-5-2 e Cioffi ha il dubbio esterno

A destra provati Barone, Eddy e Jozic. Suriano fermo per affaticamento ai flessori. Dieci reti alla Juniores: tripletta di Debeljuh, a segno anche Guazzo e Carrasco

MANTOVA. Il Mantova segna dieci gol alla Juniores nel consueto test di metà settimana, ma Renato Cioffi deve ancora sciogliere alcuni nodi in vista della gara di domenica 14 gennaio al Martelli. Innanzitutto andranno verificate le condizioni di Suriano, che dopo pochi minuti si è fermato per un affaticamento ai flessori; poi andrà scelto chi schierare sull’out destro nel 3-5-2 di partenza. Ieri 11 gennaio nel ruolo si sono alternati Barone, Eddy e Jozic, magari potrebbe starci anche la candidatura del neoacquisto Saporetti

. «Dovendo giocare una gara offensiva, potremmo adattare Barone - spiega Cioffi -, con Eddy saremmo più coperti mentre Jozic rappresenta la via di mezzo. Vedremo». Di certo l’allenatore si dice intenzionato a tornare alla difesa a tre, «anche perché il Cjarlins gioca con un trequartista e due punte o due fantasisti e un centravanti».

Le scelte come al solito Cioffi le farà soltanto dopo le ultime sedute di allenamento, che il Mantova svolgerà a porte chiuse al Martelli oggi pomeriggio e domani mattina.

Per quanto riguarda l’amichevole con la Berretti, nel primo tempo il Mantova ha schierato un undici che potrebbe essere quello titolare domenica: Lazarevs in porta; Camara, Cascone e Moi in difesa; Barone e Riccò esterni; Correa in regìa con al fianco Franchini e Raggio Garibaldi; Suriano e Guazzo in attacco.

Dopo pochi minuti, Suriano è uscito e Barone è andato a fare la punta, mentre sulla corsia di destra è entrato Eddy, poi rilevato a sua volta da Jozic. A funzionare è stata però soprattutto l’altra fascia, tant’è che le prime due reti di Franchini e Guazzo sono arrivate su altrettanti cross bassi di Riccò, mentre il 3-0 è stato firmato da Raggio con una penetrazione centrale. Il 4-0 di Barone ha chiuso la frazione.

Nella ripresa altro Mantova, sempre schierato col 3-5-2: Salsano in porta; Eddy, Bertozzini e Camara in difesa; Jozic e Nicola Aldrovandi esterni; Saccavino regista con al fianco Palma e Correa (poi Franchini); Carrasco e Debeljuh in attacco.

Note liete dal centravanti croato, che sembra aver superato i problemi al piede e ha segnato una tripletta. Bene anche Carrasco, autore di un gol e soprattutto Jozic, che ha spinto tanto sulla destra, fornito tre assist vincenti ai compagni e segnato personalmente la rete del 10-0 finale. Alla festa del gol ha partecipato anche Saccavino, mentre nel finale Cioffi ha richiamato in panchina Franchini e ha fatto giocare i suoi in dieci (4-4-1), «perché bisogna prepararsi a qualsiasi evenienza».

A fine gara Cioffi era soddisfatto: «I ragazzi si sono impegnati e mi hanno dato buone indicazioni. Ho visto meglio Guazzo, con un po’ di pazienza arriveremo tutti al top. Peccato che le assenze ci impediscano di giocare due partite con la stessa formazione, ma quest’anno è così e dobbiamo adattarci. Il Cjarlins? Osso duro, la quinta difesa meno battuta del campionato. Non dovremo fare l’errore dell’andata, quando giocammo palla lunga adeguandoci ai loro ritmi. Servirà una partità in velocità, perché loro sono molto fisici ma potrebbero soffrire la nostra rapidità e gli spazi del nostro campo».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon