Quotidiani locali

BASKET A2

Stings, i migliori al giro di boa. Jones e Candussi dei veri giganti

Basket A2. I due lunghi hanno collezionato ben 117 rimbalzi a testa, il friulano super nelle stoppate. L’americano ha la quinta valutazione del girone Est, cresce Vencato con una media assist da podio 

MANTOVA. Le gerarchie all’interno del gioco dei biancorossi sono ormai definite, e a certificarle anche le statistiche che giunti a fine andata rappresentano più di semplici numeri.

Bobby Jones ha un’esperienza e una conoscenza del gioco, mostrata in più di un’occasione anche al PalaDozza, tale da “ingannare” l’arbitro e attirare verso di sé numerosi fischi a proprio favore quando è in attacco. Nel complesso ne subisce 7.1 a partita (107 in totale) ed è per distacco il più abile del campionato (il secondo, Solano di Bergamo, ne ha subiti 92, poi Fantoni di Ferrara con 75). L’altra faccia della medaglia è che ne commette 3.6 (quarto) ma è un dato che incide sicuramente meno rispetto a quanti benefici porta alla squadra con quelli subiti. Luca Vencato continua nei suoi progressi: al di là di aver migliorato leggermente media punti e percentuali, è passato da 1.92 assist per partita della scorsa regular season a 5.07, dato che lo pone terzo nella classifica dei migliori assist-man del girone Est.

Senza contare che questo miglioramento sta contribuendo sensibilmente a raddoppiare la sua valutazione media. Se si parla di miglioramenti è impossibile non citare Francesco Candussi, il telefono del ds Gabriele Casalvieri suona abbastanza spesso per telefonate provenienti da società di A1 ma che prontamente vengono chiuse con “No grazie, l’offerta non ci interessa”.

Il centro friulano è migliorato sotto tanti aspetti, quello nel quale riesce a farsi maggiormente largo nelle graduatorie è la lotta sotto i tabelloni: ne accoglie tra le mani 7.8 a partita, stesso identico dato di Bobby Jones, singolarmente sono rispettivamente sesto e settimo in classifica, ma sono numeri che pongono i due come il tandem più efficace del campionato (117 a testa). Candussi, inoltre, ha rifilato 16 stoppate agli avversari: ben 6 nelle ultime tre partite equamente suddivise tra Ravenna, Orzinuovi e Bologna. Nel complesso è però il compagno del reparto lunghi Jones il vero ago della bilancia: con 20.6 di media di valutazione è il quinto miglior giocatore del girone.

Se da una parte i numeri esaltano i pregi, dall’altra possono sottolineare le lacune, che oggi inevitabilmente hanno il nome e cognome di Jared Brownridge. Toccati quelli che sostanzialmente sono i quasi massimi stagionali nelle trasferte a Jesi e Montegranaro, è iniziata una lenta parabola che dura da oltre un mese e che ha vissuto nel PalaDozza la domenica peggiore. Nel mese di novembre, con l’aggiunta di Montegranaro disputata il 2 dicembre, la guardia aveva giocato 34’ di media; da allora il numero è sceso progressivamente a 29, 26, 24 (due volte) e 14. In queste partite è andato in doppia cifra una sola volta, per altro col minimo sindacale, con un eloquente 1 di valutazione media (in due occasione è scesa sotto lo zero).

Leonardo Piva
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon