Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Acm, il boato di un gruppo che ci crede

Mantova Calcio

IL PUNTO

Acm, il boato di un gruppo che ci crede

Calcio Serie D. Il commento alla vittoria esterna del Mantova sul campo dell'Abano

MANTOVA. La gara di Abano è finita da pochi minuti e mister Cioffi sta già commentando il 4-0 facile facile davanti a microfoni e taccuini. Pochi metri più in là c’è lo spogliatoio del Mantova, da dove arriva un urlo («ha segnato la Virtus!»), seguito da un piccolo boato. Che è un segnale chiaro e forte rivolto a tutti, dentro e fuori l’ambiente biancorosso. Il Campodarsego ha perso a Verona, la vetta ora è a 8 punti e non più a 11: sempre lontanissima, ma tanto basta per riaccendere la speranza e far felice un gruppo che ci crede ancora, che non vuole assolutamente mollare. Che spera e nello stesso tempo sogna, perché in fondo aveva ragione Aristotele quando diceva che la speranza è un sogno fatto da svegli.

Di certo, il raziocinio dice che al momento la terza vittoria consecutiva consente di consolidare il quarto posto (ora solitario) in zona playoff e di avvicinarsi al terzo dell’Arzignano, ora distante 4 lunghezze. E di questo si limita a parlare a fine gara il saggio Cioffi, invitando a «evitare illusioni». Ma sperare in qualcosa di più, di straordinario (perché tale sarebbe recuperare 7 punti alla Virtus e 8 al Campodarsego in 12 giornate), in fondo non costa nulla. Consapevoli che per avere qualche chance di farcela bisognerà continuare a vincere sempre, domenica dopo domenica, fino ad arrivare agli scontri diretti di marzo dove giocarsi il tutto per tutto. La scommessa dello spogliatoio è lanciata, mentre capitan Correa festeggia il 34esimo compleanno vincendo la sua e regalandosi il decimo gol stagionale che gli varrà una visita da Papa Francesco. Sì, quello che ha detto “è la speranza che tiene in piedi la vita”.


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori