Quotidiani locali

P&B, Truzzi e Pomì centrano l’impresa Le altre annaspano

Serie D. In campo maschile cadono Top Team e Castiglione Fra le donne Intermedia, Piubega e San Marco vanno ko

MANTOVA. Al giro di boa della D spuntano nel femminile Truzzi Poggio Rusco (colpo a Piacenza, cenerentola del girone B Crer), Pomì Viadana (battuto il Maclodio, ultimo del girone G Crl). Nel maschile brilla soltanto la P&B Asola (3-1 a Treviglio). Perdono le ragazze dell’Intermedia Medole (2-3 con la capolista Ripalta Cremasca), del Piubega (0-3 con il Pralboino) e del San Marco PegoRiva Borgovirgilio (3-0 in casa della vice-capolista Borgosatollo). Sconfitti anche i ragazzi del Top Team (3-2 a Milano) e del Castiglione (3-0 a Nembro). Per i castiglionesi, del resto, la trasferta nella tana della seconda forza del girone C era proibitiva.

«Già, non sono queste le partite che dobbiamo vincere – chiosa l’allenatore Alessio Busato – e ritengo che la nostra prestazione sia stata molto positiva. Il Nembro è composto da giocatori che vengono dalla B2 e dalla C e che hanno tenuto un ritmo alto. Però noi non siamo stati sotto, nel secondo e nel terzo set eravamo in vantaggio di 2 punti fino al 20. Poi succede sempre qualcosa: manca un pizzico di determinazione e coraggio che ci fa vincere il set». Come ha reagito la squadra ai turni infrasettimanali ravvicinati? «Diciamo che i miei ragazzi non soffrom o fisicamente il giocare più partite alla settimana – risponde il coach - mentalmente invece sì, per i punti in palio e per gli avversari che mettono pressione. Il nostro problema non è il numero di partite che giochiamo, ma la mentalità giusta che emerge solo sporadicamente. Ci mancano malizia, voglia di imporci e spregiudicatezza per vincere le partite. Abbiamo sofferto sia con le squadre sotto di noi sia con quelle sopra perché hanno un ritmo diverso». La lotta per la salvezza è aperta e il Castiglione può farcela. (b.m.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori