Quotidiani locali

basket a2

Dinamica, è l’ora delle rotazioni

Basket A2. Panchina poco operosa in questa fase del girone di ritorno: può essere l’ago della bilancia

MANTOVA. Nella regular season si inizia a intravedere l’arrivo del momento topico, del rush finale per decidere le squadre che andranno ai playoff. Il contachilometri dei giocatori, quantomeno quelli di vera rotazione, può iniziare a segnare ormai tra i trecento e i seicento minuti di gioco.

Anche per questo arriveranno leggermente avvantaggiate al gran finale della regular season le squadre che meglio hanno assimilato il gioco voluto dai propri coach e quelle che hanno ancora benzina, fisica e nervosa, da spendere in ogni partita. Il presidente Prandi ha individuato nel roster profondo di Treviso uno dei motivi per cui nel secondo tempo la squadra di Pillastrini è riuscita a prendere il largo; tre giorni prima, pur vincendo di misura, ma Verona ha dimostrato di poter spalmare tanti minuti su una rotazione di 8 giocatori, ma di fatto ne ha impiegati dieci e Dalmonte l’ha fatto in una partita completamente priva di garbage time.

E gli Stings? Due situazioni agli antipodi: Cucci è il giocatore del supporting cast di maggiore affidabilità e produttività, sull’altro lato Costanzelli viene ritenuto ancora troppo acerbo (quattro minuti in tutta la stagione). Il cuore della rotazione, a cominciare da Mei e Timperi arrivando fino a Ferrara, dovrà ritagliarsi un’importante parte del ruolo di ago della bilancia nel finale di stagione.

Ferrara dalla partita contro Bergamo (12') è andato progressivamente scomparendo: 7 minuti contro Udine, 6 contro Forlì e da tre partite non vede il campo. Timperi 8 contro Udine, 6 contro Forlì, a Ferrara 17, contro Verona 8 e a Treviso 13. Mei da quando è arrivato ha disputato 12 partite, ma nell’ultimo mese si è rivelato più incostante nella sua specialità, il tiro da tre (da due non ci prova da sette gare) e nell’ultimo mese sta trovando meno continuità anche negli assist. Nel girone di ritorno tutti e tre stanno giocando una media di minuti inferiore a quella del girone di andata: è importante che tutti facciano il possibile per migliorare ancora di più e ritrovare la giusta fiducia agli occhi dello staff. Nel gran finale sarà importante che ogni attore sia pronto per scrivere la storia di questa stagione.

Leonardo Piva
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro