Quotidiani locali

«Il San Lazzaro vincerà il duello con la sfortuna»

Promozione. Omorogieva dà corpo alle speranze in vista del match di Padenghe «È un momento delicato ma la lotta per la vetta non l’ha già vinta il Montichiari»

MANTOVA. Una vittoria che manca da un mese, una classifica che non lascia scappare il San Lazzaro dal secondo posto. Il 2018 a Borgochiesanuova si è presentato così, tra un derby vinto ed uno perso, nel mezzo una serie di pareggi amari con una serie di recriminazioni che costituiscono uno sprone ulteriore verso la conquista di un obiettivo sicuramente difficile da raggiungere ma che rimane alla portata di Salardi e compagni.

Se il San Lazzaro va piano, il Montichiari va pianissimo, ed ecco così spiegato il gap di soli 5 punti che non cala e non cresce in modo considerevole da settimane, lasciando la sfida al primo posto apertissima. «Posso solo dire che stiamo attraversando un periodo sfortunatissimo, iniziato dopo la vittoria contro lo Sporting Club nel derby» commenta il bomber del San Lazzaro Denis Omorogieva, che comprensibilmente non trova altra spiegazione a questa serie opaca di risultati dei ragazzi di mister Alessandro Cobelli.

«Dopo la prima giornata di ritorno abbiamo giocato quattro partite in cui il pallone proprio non voleva entrare. Contro l’Ome non abbiamo chiuso la la sfida e ci hanno raggiunti, mentre contro il Casalromano abbiamo dominato e nel finale siamo andati a perdere immeritatamente. Col Calcinato ho colpito il palo del possibile 2-1 ma anche in quel caso ci siamo dovuti accontentare di un pareggio, come la settimana scorsa contro il Prevalle dove tanto per cambiare ci è girato tutto storto e abbiamo chiuso col risultato di 0-0» commenta l’attaccante, che in poche righe ha riassunto bene le ultime uscite della squadra.

La sfortuna: ecco cosa ha condizionato le ultime prestazioni, unico fattore plausibile ed unica risposta alla domanda del perché giocando in questo modo il San Lazzaro non riesca a raccogliere quanto meriti. L'aver sprecato più è più volte la possibilità di passare al comando, visto appunto il momento negativo della capolista che dallo scontro diretto col San Lazzaro del 17 dicembre scorso ha vinto solo una volta, sicuramente non aiuta l'ambiente. Ecco allora che guardare avanti, ossia alla trasferta di Padenghe in casa della Vighenzi, è l'unica cosa giusta che deve fare la squadra in questo frangente di campionato.

«Di una cosa però sono sicuro» conclude Denis con un pensiero lungimirante: «giocando così riusciremo a portare a casa i 3 punti, e allora si che la classifica comincerà ad accorciarsi». Il Montichiari, che ospiterà un San Giovanni in crescita e voglioso di scappare dalla zona playout, è avvisato. Perché quel primo posto tanto desiderato potrebbe, nelle prossime settimane, cambiare proprietario.

Nicola Bondavalli

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro