Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Guazzo ko, Cioffi vara un Mantova d’assalto

Mantova Calcio

Calcio serie D

Guazzo ko, Cioffi vara un Mantova d’assalto

Per il bomber altre noie muscolari. Il mister contro il Calvi Noale sceglie il 3-4-3 con Carrasco, Saporetti, Barone e Debeljuh in campo dall’inizio

MANTOVA. Brutta tegola per il Mantova alla vigilia della sfida in programma domani 25 febbraio (ore 14.30) al Martelli con il Calvi Noale. Nella seduta di ieri pomeriggio, svolta sotto la pioggia al “Dante Micheli”, si è infatti fermato Matteo Guazzo a causa di un nuovo problema muscolare.

Il centravanti, assente anche domenica scorsa a Legnago per una contrattura, salterà sicuramente la sfida di domani e lunedì verrà sottoposto a un’ecografia che si spera escluda lesioni muscolari.

L’assenza di Guazzo si somma così a quelle di Riccò (anch’egli alle prese con un infortunio muscolare) e di Ricci. Quest’ultimo, che ha ripreso ad allenarsi da qualche tempo con i compagni dopo la frattura alla gamba, oggi riassaporerà per la prima volta il clima agonistico, visto che giocherà con la Juniores di mister Bozzini.

Detto degli assenti, va aggiunto che fra i presenti Renato Cioffi è deciso a scegliere una formazione zeppa di attaccanti. L’allenatore, accantonando il 3-5-2 utilizzato nel test di giovedì, ha infatti provato sul campo un undici decisamente offensivo, schierato con il modulo tattico 3-4-3.

Salvo sorprese nella rifinitura di questa mattina, il Mantova sfiderà dunque il Calvi Noale con il seguente assetto: Lazarevs fra i pali; Simone Aldrovandi, Cascone e Bertozzini in difesa; Carrasco e Franchini esterni di centrocampo; Palma e Correa mediani; Saporetti e Barone esterni d’attacco, al fianco del centravanti Debeljuh.

L’intenzione di Cioffi è evidentemente quella di aggredire fin dall’avvio il Calvi Noale, cercando di incanalare il match sui binari giusti sbloccandolo nel minor tempo possibile. La squadra veneta, penultima della classe a 20 punti ma ancora in corsa per evitare la retrocessione diretta, è reduce infatti dal successo di Porto Tolle e col passare dei minuti potrebbe prendere ulteriore fiducia, oltre a beneficiare di un campo che - viste le condizioni meteo - diventerà sempre più pesante nel corso della partita.

La scelta del modulo 3-4-3 non è una novità assoluta, visto che il Mantova l’ha già utilizzato diverse volte a gara in corso e dall’inizio nella vittoriosa trasferta di Chioggia.

Di certo, schierando contemporaneamente quattro attaccanti (Carrasco, Saporetti, Barone e Debeljuh), i biancorossi dovranno fare molta attenzione a non scoprirsi eccessivamente. Per questo motivo Cioffi ha provato ieri i movimenti difensivi, raccomandando in particolare ai componenti della retroguardia di essere attenti alle marcature preventive da attuare quando la squadra è in possesso di palla.
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro