Quotidiani locali

basket a2

Dinamica, ecco le rivali nella corsa ai playoff

Calendario non agevole, decisivo lo scontro diretto con Ravenna. Il 2 marzo test a Verona

MANTOVA. “Sal, dobbiamo andare e non fermarci mai finché non arriviamo”, “Per andare dove, amico?”, “Non lo so, ma dobbiamo andare”; scriveva Jack Kerouac nel suo romanzo più famoso, On the road. Sulla strada, da percorrere a marce altissime, ci sono anche gli Stings, ed esattamente come per i protagonisti del romanzo nemmeno il mondo biancorosso può sapere con esattezza cosa ci sarà in fondo alla strada: playoff o le vacanze anticipate? La società, in particolare dopo l’arrivo di Alex Legion, ha posto e confermato come obiettivo stagionale l’intenzione di arrivare alla post season e di passare il primo turno, che rappresenterebbe il risultato massimo della storia Stings. Per riuscirci gli Stings devono veramente cercare di non commettere passi falsi non preventivati.

Davanti a loro, distanti due punti, Ferrara e Ravenna: allo stato attuale i romagnoli sembrano la squadra più facilmente raggiungibile (fatto salvo che manca ancora lo scontro diretto di ritorno, che si disputerà il 7 aprile al PalaBam) perché sono in un periodo tutt’altro che positivo, una vittoria e quattro sconfitte nell’ultimo mese, perché all’andata gli Stings vinsero di 6 punti e perché i biancorossi per superare Ferrara devono di fatto conquistare 4 punti in più della squadra di Bonacina perché gli scontri diretti premierebbero gli estensi in caso di arrivo a pari punti. La frase tanto retorica quanto abusata da allenatori e dirigenti del mondo dello sport, ovvero «viviamo domenica dopo domenica e alla fine guarderemo la classifica», trova però in questo caso ancora un fondamento: nelle otto giornate rimanenti, ci saranno ancora ben quattordici scontri diretti fratricidi nel gruppo di squadre che in classifica vanno da Udine a Jesi. Quindi un incalcolabile sequenza di destini che possono mutare di partita in partita.

Per le congetture di classifica è quindi ancora presto, ma è invece il momento di ingranare la marcia più alta possibile perché le prossime due partite interne contro Jesi e Montegranaro saranno un fondamentale banco di prova per testare le ambizioni della Dinamica Generale. In occasione della sosta della regular season per la Coppa Italia, in programma da domani a domenica a Jesi, i biancorossi disputeranno uno scrimmage contro la Tezenis Verona: la gara si disputerà domani al PalaOlimpia alle 18. Nel frattempo, Candussi non prenderà parte al “progetto lunghi” dal 2 al 4 marzo e rimarrà a Mantova per recuperare al meglio dalla seria distorsione alla caviglia subita nella partita contro Ferrara. Ieri sera intanto è andata in scena la sfida tra Jesi e Udine.


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro