Quotidiani locali

Nel Mantovano solo 4 impianti in sintetico

MANTOVA. Campi in erba completamente ricoperti dalla neve, campi in sintetico pronti all’uso. Una banalità, ma anche una certezza nel panorama mantovano: chi possiede strutture dotate di un terreno...

MANTOVA. Campi in erba completamente ricoperti dalla neve, campi in sintetico pronti all’uso. Una banalità, ma anche una certezza nel panorama mantovano: chi possiede strutture dotate di un terreno di gioco (magari secondario) con erba artificiale.

Nella nostra provincia sono 4 i campi in sintetico in dotazione alle società dilettantistiche. Il più all’avanguardia è sicuramente quello di Castel Goffredo. Inaugurato lo scorso autunno, lo stadio Don Aldo è il fiore all’occhiello della Polisportiva Castellana. Per sgombrarlo dalla neve serve meno di un’ora di lavoro. La Castellana ha infatti in dotazione un trattorino di piccole dimensioni che è l’ideale per intervenire in caso di nevicata. Il fondo, di ultima generazione, è stato definito straordinario da tutti i giocatori che lo hanno utilizzato. In questi giorni però non è stato liberato dalla neve vista anche la sospensione imposta dalla Figc.

Campo in sintetico anche ad Asola (omologato però solo per le giovanili). Si tratta dell’impianto secondario dello stadio Schiantarelli e anche in questo caso per pulirlo dalla neve basta davvero poco. Manca ancora l’omologazione ufficiale al nuovissimo terreno in erba artificiale di Volta Mantovana. È solo una questione burocratica. L’ultimo campo in questione è in realtà il primo della provincia. Si tratta del “Coffani” di Cerlongo.(an.ga.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro