Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Il Mantova torna a vincere il campionato degli sponsor

Mantova Calcio

Calcio serie D

Il Mantova torna a vincere il campionato degli sponsor

Introiti già per 380mila euro, si arriverà a 500mila: è record dall’era Lori 

MANTOVA. Il progetto presentato la scorsa estate e scelto dal sindaco Palazzi per la rinascita del calcio cittadino si basava molto sull’apporto degli sponsor. E in effetti il Mantova 1911 può al momento già vantare «380 mila di introiti da sponsorizzazioni - spiega il dirigente e socio Gianluca Pecchini, anima del marketing biancorosso -, che contiamo di portare a 500mila entro la fine della stagione».

Un risultato davvero notevole per la serie D e soprattutto per la società di Vale Te, che dopo l’epoca Lori (in B gli sponsor valevano 2 milioni) ha sempre avuto su questo fronte il suo tallone d’Achille. Dal 2010 in poi, infatti, con tutti i presidenti che si sono succeduti, non si è mai andati oltre una raccolta di 100-150mila euro. In questa stagione, invece, l’aria è cambiata, ovviamente anche grazie alle conoscenze di Pecchini, che ha potuto sfruttare i rapporti creati con le aziende in tanti anni da responsabile della Nazionale Cantanti. «Nel lavoro che abbiamo svolto c’è anche questo - conferma Pecchini -, ma l’impegno è stato rivolto innanzitutto al territorio. Non è stato facile, perché due fallimenti in 7 anni hanno fatto un po’ terra bruciata, ma ci sono state risposte positive. Senza nascondere il fatto che abbiamo anche avuto tanti “no”, alcuni francamente immotivati. Sulla piazza, del resto, dobbiamo fare i conti anche con il progetto della Dinamica di basket, che è simile al nostro e che punta anch’esso sul sostegno delle aziende come sponsor».

La risposta del territorio, dunque, è per ora soltanto parzialmente positiva: «Diciamo che a livello economico rappresenta un po’ meno della metà degli introiti e che in futuro sarebbe auspicabile fare meglio. Del resto, soprattutto in D dove la visibilità non è eccezionale, c’è bisogno anche di imprenditori che gettino un po’ il cuore oltre l’ostacolo, dimostrando passione e voglia di fare qualcosa per la squadra della loro città». Da parte sua, il Mantova si è mosso su tutte le direttrici possibili: «Abbiamo anche spezzettato la sponsorizzazione di maglia, in modo da dare a tutti la possibilità di mettere il loro marchio sulle divise biancorosse. E l’iniziativa ha dato buoni risultati. Fra l’altro, per le ultime sei giornate di campionato abbiamo ancora gli spazi disponibili. E ci auguriamo poi di averli anche per le successive due gare dei playoff».

Il lavoro del marketing è legato infatti anche ai risultati sportivi: «È ovvio - dice Pecchini - che nel calcio sia così e noi speriamo che nel finale di campionato l’entusiasmo possa riaccendersi, visti gli scivoloni delle battistrada che ci auguriamo il Mantova riesca a sfruttare già da sabato a Motta di Livenza».

Il progetto Mantova 1911 cammina insomma su due gambe e Pecchini non dimentica certo l’altra: «I soci hanno sostenuto finora con somme ingenti il progetto, per cui il connubio funziona». Per il futuro, dunque, l’imperativo è rendere sempre più solida la compagine societaria e migliorare magari anche sul fronte marketing. Negli anni scorsi il Mantova ha sempre avuto soci pronti a spendere cifre vicine (o anche superiori) al milione a stagione, ai quali però è mancato il sostegno degli sponsor. Ora questa lacuna pare colmata, ma per ambire alla C servirà anche nei prossimi anni un apporto costante dei soci. E per questo fin dalla scorsa estate si lavora per allarare e consolidare la compagine di Viale Te.
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro