Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
«Acm, ora tutto è possibile. Ma senza avere pressione»

Mantova Calcio

serie d

«Acm, ora tutto è possibile. Ma senza avere pressione»

Pecchini: «Favorita è la Virtus però in 8 giornate zeppe di scontri diretti chissà... Bisogna giocare senza assilli, ad Arzignano proviamo a fare il meglio che si può»

MANTOVA. Se da un lato nell’ambiente calcistico si fa insistente la voce che vorrebbe la Lega Pro propansa a un blocco dei ripescaggi (per l’Acm sarebbe una beffa atroce), dall’altro dopo la vittoria di Motta di Livenza, che ha riportato il Mantova a 7 punti dalla vetta, in Viale Te la speranza di un’impresa che avrebbe del clamoroso si è riaccesa. «Domenica inizia un nuovo campionato di otto giornate, zeppo di scontri diretti, nel quale può succedere di tutto - afferma il dirigente Gianluca Pecchini -. Le prime 6-7 della classifica possono avere ambizioni di vertice o di playoff: sarà un finale thrilling, sembra scritto da Hitchcock».

La società chiede allora ai biancorossi di giocarsi questo campionato al massimo, ma senza assilli: «I risultati delle ultime domeniche - aggiunge Pecchini - hanno dimostrato che in ogni partita non c’è nulla di scontato. E, se a questa considerazione si aggiunge l’impronosticabilità dei tanti scontri diretti ancora in programma, è ovvio che tutto sia ancora possibile. Sarebbe da bugiardi dire che sullo sfondo non intravediamo la possibilità di un’impresa, ma le nostre chance dobbiamo giocarcele senza alcuna pressione. I favoriti sono altri, noi andiamo avanti domenica per domenica, cercando di fare il meglio possibile e basta».

Favorita, secondo Pecchini, potrebbe essere la Virtus Verona: «La squadra di Fresco - spiega - è l’unica ad aver già incontrato tutte le prime cinque della classifica. Ha dunque senza dubbi il calendario migliore, anche se nelle ultime settimane ha dimostrato di faticare proprio contro le “piccole”. Del resto, l’incertezza del campionato è dovuta proprio alle motivazioni che stanno spingendo tutte le squadre: a parte l’Abano, che pare ormai spacciato, tutte le altre formazioni lottano per qualcosa. E questo fa sì che ogni partita sia durissima, perché il divario tecnico viene ridotto da tanti altri aspetti».

Tornando al calendario, secondo Pecchini «Campodarsego e Arzignano hanno sulla carta il percorso più duro, poi ci siamo noi e l’Este più o meno sullo stesso livello. Ma ripeto, bisognerà viverla domenica per domenica, perché i risultati di ogni giornata potranno cambiare le carte in tavola».

Per quanto riguarda il Mantova, il dirigente indica i prossimi quattro turni come quelli della verità: «Da qui all’8 aprile sfideremo Arzignano, Este e Campodarsego, oltre al Tamai, per cui penso che capiremo dove potremo arrivare».

Tornando al motto “domenica per domenica”, meglio allora concentrarsi sull’Arzignano: «Sarà una bella partita - conclude Pecchini -, che giocheremo spero col sostegno di un gran numero di tifosi. Senza obblighi o pressioni, ma soltanto con la voglia di mettercela tutta per ottenere il massimo possibile».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro