Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Boca, finalmente un sorriso Reggiani: «Stiamo crescendo»

CARBONARA DI PO. Mancava dallo scorso 5 novembre la gioia dei 3 punti. Il Boca Juniors di mister Alessandro Reggiani ha chiuso nell’ultimo fine settimana una parentesi grigia dal punto di vista dei...

CARBONARA DI PO. Mancava dallo scorso 5 novembre la gioia dei 3 punti. Il Boca Juniors di mister Alessandro Reggiani ha chiuso nell’ultimo fine settimana una parentesi grigia dal punto di vista dei risultati, che ha praticamente inchiodato la squadra nelle ultime posizioni de campionato di Terza. Una parentesi che, manco a dirlo, si era aperta con la vittoria nel girone di andata proprio dopo il successo sulla Mantovana battuta nell’ultimo turno. «I ragazzi hanno meritato questo successo, ch ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARBONARA DI PO. Mancava dallo scorso 5 novembre la gioia dei 3 punti. Il Boca Juniors di mister Alessandro Reggiani ha chiuso nell’ultimo fine settimana una parentesi grigia dal punto di vista dei risultati, che ha praticamente inchiodato la squadra nelle ultime posizioni de campionato di Terza. Una parentesi che, manco a dirlo, si era aperta con la vittoria nel girone di andata proprio dopo il successo sulla Mantovana battuta nell’ultimo turno. «I ragazzi hanno meritato questo successo, che da tempo non arrivava. In tante occasioni avremmo dovuto raccogliere di più, ma finalmente ci siamo tolti questa soddisfazione» dice il mister, che con piacere ha notato nei suoi ragazzi un cambio di passo: «Siamo cresciuti molto sul piano dell’attenzione, siamo più ordinati nel difendere ma in attacco dobbiamo essere più concreti. Il miglioramento più evidente è arrivato sul piano dell’atteggiamento, sia in allenamento che durante le gare. Ora testa al Quistello, squadra di un altro pianeta, ma che affronteremo col vento a favore».(ni.bo.)