Quotidiani locali

basket a2

Stings, serve un grande cuore per fermare Montegranaro

Basket A2. Moraschini scaccia i dubbi e conferma: «Con Lamma grande sintonia». L’intera rosa è a disposizione, i marchigiani devono fare a meno di Mitt e Nikolic

MANTOVA. Per rialzare la testa e ricominciare a correre verso i playoff gli Stings avranno bisogno che i giocatori più navigati prendano per mano il gruppo: da Jones a Legion, da Vencato (quello visto contro Jesi è di sicuro affidamento) per arrivare al capitano, Riccardo Moraschini. Prima di voltare pagina “Mora” chiude il capitolo Jesi tornando sull’episodio di nervosismo in panchina che lo ha visto protagonista: «Era una mia reazione dovuta alla situazione - dichiara il capitano - non stavo bene, c’era questo problema e stavo facendo fatica, mi sono alzato di scatto molto arrabbiato ma non ce l’avevo con nessuno, è stata una mia reazione. So che può sembrare che abbia fatto chissà cosa, ho chiesto scusa se è stata interpretata male. Ho parlato con Lamma e mi sono chiarito, non c’è alcun problema che deve rientrare».

Ora focus completo su Montegranaro: «Non abbiamo avuto il giorno libero e abbiamo parlato tra noi - conclude Moraschini - la sconfitta contro Jesi è stata pesante. Ci siamo guardati in faccia, non è ancora precluso nulla e i playoff sono ancora alla portata. Mancano sei partite, dobbiamo lottare pensando domenica per domenica. Abbiamo preparato bene questa partita contro Montegranaro come ogni settimana dal punto di vista tattico. Il torcicollo di domenica era un po’ più grave di quanto pensassimo, avevo preso delle medicine ma alla fine non ero al 100%; dopo la partita ho avuto un paio di giorni febbre ma alla fine la settimana è filata liscia. Bisogna stringere i denti. Montegranaro ha tre armi importanti in attacco, quindi dovremo essere bravi a far emergere le loro debolezze. Ci serve una partita di intensità e voglia, dipenderà molto da noi. Dovrà essere una partita di grande voglia». Stings al completo, per Montegranaro assenti il lungodegente Mitt e l’ultimo acquisto Stefan Nikolic, che sta smaltendo un infortunio alla spalla. Di poche ma essenziali parole l’ala estone di Montegranaro, classe ‘99, Kaspar Treier: «Mantova arriva come noi da una sconfitta per cui avrà voglia di rivalsa - afferma - hanno degli ottimi lunghi, tosti, ma tutto il team ha grande qualità, partendo da Moraschini, Candussi e Jones. All’andata ci batterono al PalaSavelli, vogliamo vendicare quella sconfitta».

La Lnp ha comunicato le prossime dirette su Sportitalia: Ravenna-Treviso lunedì 2 aprile ore 18:30, Tortona-Scafati domenica 8 aprile ore 12 e Trieste-Udine domenica 15 ore 18, non è ancora stata decisa quale partita trasmettere nell’ultima giornata di regular season.

Leonardo Piva
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik