Quotidiani locali

la società 

Il cda apre le porte a Dana Al finanziere il 25% del club

MANTOVA. La riunione del consiglio di amministrazione del Mantova 1911 ha sancito l’accoglimento della proposta formulata dal gruppo che fa capo all’imprenditore di origini ferraresi Victor Pablo...

MANTOVA. La riunione del consiglio di amministrazione del Mantova 1911 ha sancito l’accoglimento della proposta formulata dal gruppo che fa capo all’imprenditore di origini ferraresi Victor Pablo Dana, che entrerà con il 25%. Questo il comunicato della società:

«L’assemblea dei soci di Mantova 1911 Ssd.a.rl, riunitasi il 14 Aprile 2018 ha deliberato all’unanimità di accogliere la proposta formulata dal dott. Stefano Giovanardi, per conto della società Heritage Sports Holding LTD. Ha quindi dato mandato al consiglio di amministrazione di convocare l’assemblea straordinaria della società, al fine di deliberare un aumento di capitale volto a consentire alla società Heritage Sports Holding la sottoscrizione del 25% del capitale sociale di Mantova 1911».

Soddisfatto il socio di Dana, Federico Strafinger, che conferma i contorni della proposta concretizzata con l’apporto di 155.000 euro: «È il coronamento di una trattativa protrattasi per circa cinque mesi. La prossima settimana verremo a Mantova e delineeremo meglio la tempistica dell’incontro in cui potremo confrontarci costruttivamente con gli altri soci. Per ora non è in programma un ulteriore aumento da parte nostra, qualora però venisse ceduta da altri soci una parte del capitale esamineremo la situazione e decideremo di conseguenza. Il nostro obiettivo di suggerire la realizzazione della domanda di ripescaggio c’era e c’è». Strafinger non conferma però è scontato che nell’organigramma entreranno le figure chieste dal suo gruppo, ovvero il dg Jacopo Norelli, che ha lavorato al Basket Siena e il consulente tecnico Fabio Bonci, che giocò nel Mantova negli anni 70 e che è dirigente del San Faustino, club reggiano.

«Il nostro operato non è all’insegna della costruzione dei muri - spiega Gianluca Pecchini - bensì dei ponti. Il nostro lavoro viene potenziato con nuove risorse, sarà comunque l’assemblea dei soci a stabilire che cosa fare. È evidente che l’immissione di nuove risorse non fa che rendere ancor più all’altezza della situazione il progetto che abbiamo avviato nei mesi scorsi. Quando ci incontreremo parleremo dei programmi futuri».

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro