Quotidiani locali

Castel d’Ario-Sporting Club Una stagione in una partita

Promozione. Big match chiave tra le mantovane che lottano per obiettivi diversi Il San Lazzaro non molla la presa e vuole il colpaccio casalingo contro il Rovato

MANTOVA. Ultimi 180’ di fuoco in Promozione che attenderà con ogni probabilità l’ultima giornata per emettere tutti i verdetti eccetto quello che condanna il Saiano alla retrocessione in Prima anche se potrebbe già essere festa per il Real Dor in vetta al girone, ma oltre a vincere deve sperare in un’improbabile sconfitta delle quattro inseguitrici. La partita più interessante della giornata è il derby che mette di fronte Castel d’Ario e Sporting Club che devono a tutti costi puntare ai tre punti per avvicinare i rispettivi obiettivi. I bianconeri di mister Goldoni pur essendo ancora in corsa per il primo posto devono pensare prima di tutto a blindare i playoff e nonostante la squadra stia spendendo molto a livello di energie ha sicuramente i mezzi e le qualità per farcela, a maggior ragione se tornano finalmente a disposizione tutti gli effettivi a centrocampo con il rientro di Garutti dalla squalifica. In casa Sporting Club invece più che il fisico ci sono morale e risultati da ritrovare visto che la vittoria manca dal derby vinto con il Casalromano, e la classifica vede la squadra di mister Novellini costretta a tornare con i tre punti per allontanare lo spettro playout. Assente purtroppo per infortunio il grande ex della partita Borgonovi, pilastro del Castel d’Ario di mister Paolo Corghi. Anche San Lazzaro-Montorfano è una partita molto interessante essendo uno scontro diretto per i playoff, con i biancazzurri di mister Cobelli che hanno il dovere di sfruttare un eventuale passo falso della capolista o comunque di posizionarsi più in alto possibile per avere un bel vantaggio in ottica playoff. Sicuro assente l’infortunato Coppiardi. Non da meno è la sfida tra Asola e Real Dor, con i biancorossi chiamati all’impresa di battere la capolista per mettere a segno punti salvezza, ma un risultato utile del gruppo guidato da Maraldo sarebbe un bell’assist anche per Castel d’Ario e San Lazzaro. In forse Bastoni, sicuramente fuori Fara, qualche speranza in più per il rientro di Begni, sicuro presente in tribuna invece l’ex tecnico di Real Dor e Asola Michele Gussago.

Guarda più al distacco dalla zona playout che a quella playoff il Casalromano di mister Franzini che nella delicata sfida di Prevalle cerca gli ultimi punti che lo separano dalla matematica salvezza aggrappandosi alle ultime forze rimaste e con i soliti problemi di organico viste le assenze certe di Massardi, Novellini e Viviani.

Lorenzo Fracassi

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori