Quotidiani locali

La volata Juve-Napoli giocata in biancorosso

Società tutta bianconera, staff tecnico con gli azzurri. E nello spogliatoio sfottò a raffica fra i giocatori

MANTOVA. La vittoria del Napoli a Torino ha riacceso la volata scudetto e l’Italia calcistica si divide ormai fra chi tifa per l’ennesimo tricolore della Juventus e chi spera in un’impresa dei partenopei. Il clan biancorosso non fa eccezione, anzi incarna perfettamente questo clima in un microcosmo che vive inevitabilmente di simpatici sfottò.

La società di Viale Te è un concentrato di “ultrà” bianconeri: a partire dall’ad Nicola Penta che lavora anche con la famiglia Agnelli, all’azionista di riferimento Di Tanno, passando per i soci Maraniello, Pecchini e Colombo. Lo staff tecnico, pur essendo meno granitico, è schierato tutto sull’altro fronte: mister Cioffi, spalleggiato dal prepatore atletico Padiglione, guida la torcida napoletana, alla quale però in questo momento si uniscono in chiave anti juventina anche il viceallenatore Galli (interista), il capo dell’addestramento tecnico Gamberini e il preparatore dei portieri Visconti, gli ultimi due tifosi milanisti.

In posizione più neutra è invece il direttore sportivo D’Agnelli, che tifa Torino.

Sfottò a raffica ci sono poi anche nello spogliatoio, dove il capitano Correa (interista) e il veterano biancorosso Raggio Garibaldi (genoano), fanno da arbitri fra due fazioni agguerritissime. I “capi” della sezione mantovana della Curva B sono il centrocampista Giuseppe Palma e l’attaccante Vincenzo Barone, ma altrettanto appassionati sono i “Drughi” bianconeri Domenico Suriano e Matteo Guazzo. La speranza è che possano comunque festeggiare tutti insieme, ovviamente per la vittoria del Mantova ai playoff.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori