Quotidiani locali

calcio serie d

Mantova mai così giù: sarà rivoluzione

Cioffi e lo staff con le valigie, liberi gli over 26.  Arriva il rompete le righe. Pecchini e Strafinger: «Ci vedremo in settimana»

MANTOVA. Trovare un motivo per conservare il sorriso all’indomani del 5-2 di Arzignano nell’ultimo atto della stagione in casadel Mantova è impresa degna di nota, visto che a parte l’anno di Eccellenza la mediocrità del quarto posto in D non ha eguali in 107 anni di storia del club. Dalla società arriva la conferma che in settimana ci sarà l’incontro per programmare il prossimo anno di serie D.

leggi anche:

Il futuro. Mentre Nicola Penta non esclude l’addio, Gianluca Pecchini si premura di rivendicare la qualità dell’operato della società: «Abbiamo iniziato il 29 luglio, rispettando i criteri economici chiesti, leggo che a Modena c’è chi si lamenta se deve cominciare il 18 maggio (la cordata Gibellini, ndr); saremo stati folli ma abbiamo dato fondo a ogni energia per un piano che resta triennale. Non siamo maestri e se qualcuno pensa di poter fare meglio troverà sempre la porta aperta. In settimana ci vedremo per ripartire al meglio, anche con i nuovi soci. Dobbiamo organizzarci, attendendo di conoscere anche i parametri per chiedere l’eventuale ripescaggio in C». Federico Strafinger ribadisce: «Per la C c’era un piano, visto che restiamo in D i costi diminuiscono ma non cala l’impegno che dovremo portare avanti. Entro il mese il bonifico di Pablo Dana entrerà nelle casse della società ma ora è indispensabile accelerare i tempi, serve discutere il business plan che dovrà poi essere rispettato al 101%».

La squadra. Frattanto, come da consuetudine in serie D, gli 8 biancorossi over 26 (Guazzo, Raggio Garibaldi, Ricci, Moi, Cascone, Suriano, Correa, Bertozzini) sono già liberi di trovarsi squadra; gli altri 16 (Lazarev, Salsano, Barone, Simone e Nicola Aldrovandi, Sternieri, Carrasco, Palma, Riccò, Camara, Eddy, Jozic, Saporetti, Saccavino, Franchini e Debeljuh) rimangono di proprietà del Mantova e solo per Franchini e Saccavino rimane da definire la posizione con Chievo e Avellino. Martedì 15 maggio squadra e staff si dirigeranno a San Bonifacio, ospiti a pranzo nell’abitazione del dirigente Alberto Mascotto. Per le 16,30 e le 17,30 sono in programma due incontri a “Foto Mantova” e “Udito finissimo” con gli sponsor. In serata ciascuno tornerà a casa e sulla stagione dei biancorossi calerà il sipario. Teoricamente da definire anche la conferma del ds D’Agnelli.

leggi anche:



Il saluto del tecnico. Renato Cioffi è signore dentro e fuori dal campo, inutile e inopportuno chiedergli se ha sassolini da togliersi per il ribaltone della rosa a dicembre o per aver dovuto accettare altre situazioni non ottimali: «Mi dispiace lasciare Mantova, magari la società si rifarà viva - spiega - ma per ora sono libero di trovare un’altra squadra. Vado via rivolgendo un grazie sentito ai tifosi, sono stati splendidi. Tutti mi auguro abbiano capito che abbiamo cercato di lavorare dando il massimo sempre». Ha un solo grande rimpianto, il mister: «Non siamo riusciti a farci valere come dovevamo al Martelli. Ma per come avevamo cominciato penso di poter dire che abbiamo affrontato squadre più esperte. A noi, e alla società in alcuni frangenti, questa esperienza è venuta meno. Vedremo fra una decina di giorni, quando i dirigenti avranno deciso cosa fare, se ci sarà ancora la possibilità di lavorare insieme. Quello che abbiamo appena concluso è stato un buon campionato, per me una grande esperienza».

I saluti. Il capitano Lucas Belmonte Correa ribadisce quanto già detto alla Gazzetta tempo fa: «Io a Mantova sono stato benissimo, mi piacerebbe davvero rimanere anche perchè con tutti il rapporto è stato positivo. Non ci fosse stato questo finale disastroso...». Pietro Cascone ha compiuto i 33 anni proprio ad Arzignano: «Splendida città, Mantova - scrive su Facebook - magnifiche persone, la curva ti dà emozioni speciali. Mi sono legato a voi, ai vostri sogni e alla vostra amicizia. Vi auguro con tutto il cuore un grandissimo futuro».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori