Quotidiani locali

Castellana avanti in Promozione

Pederzani: «Casalromano? Ci siamo fidanzati, non sposati». Serve un mister: torna in auge Cogliandro

CASTEL GOFFREDO. «Ci siamo fidanzati ma al momento di sposarci abbiamo deciso di lasciarci». Ci scherza sopra Michele Pederzani, direttore generale della Castellana. L’accordo con il Casalromano per fondersi in un’unica società è saltato lunedì sera. Sembrava fatta, e invece niet. Il motivo del dietrofront? La gestione dell’intera struttura, con una condivisione degli obiettivi e delle modalità di impostazione che alla fine non è stata condivisa dalle parti. Il Casalromano andrà avanti in Promozione e ora dovrà iniziare a stringere per ultimare la rosa: «Peccato non esserci accordati – si limita a dire il dg Volpi –. Siamo orgogliosi ed entusiasti di proseguire nel nostro paese». Discorso differente per la Castellana che, nonostante le voci di una chiusura della prima squadra, ha intenzione di proseguire con le sue forze: «Andremo avanti e proveremo a fare del nostro meglio in Promozione» si limita a dire Pederzani.

Già, ma chi costruirà la squadra? Il ds Mauro Viola, che pareva destinato a lasciare la carica, potrebbe rimettersi in gioco. Il problema a questo punto è trovare un allenatore all’altezza e in grado di costruire, insieme alla società, una rosa. Tante idee, la più affascinante delle quali risponde al nome di Vincenzo Cogliandro. L’ex allenatore biancazzurro ha avuto un contatto con la Grumellese ma potrebbe decidere di restare vicino a casa per aiutare il club che qualche anno fa ha scommesso su di lui in D. Lo stesso allenatore, nonostante le dimissioni dell’ultimo anno di Interregionale, è rimasto legato a Castel Goffredo. Il cuore potrebbe spingerlo a un clamoroso ritorno che porterebbe un’ondata di entusiasmo. Il parco giocatori al momento è l’altro fronte complicato. Pini si è accasato al San Lazzaro, Mambrin alla Governolese, Napolano pare a un passo dall’Asola. Bonizzi poi partirà per un’esperienza all’estero e tornerà solo a febbraio. Da valutare le posizioni di Brentonico (richiesto dallo stesso Casalromano) e Chiari (piace alla Governolese): sono entrambi tesserati e vincolati alla Castellana. Qualche giocatore su piazza c’è ancora, il problema principale sono i tempi. Partire in ritardo sul mercato non è una novità per i biancazzurri, stavolta però ci sarà da fare un mezzo miracolo per costruire un gruppo che possa ben figurare.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro