Quotidiani locali

promozione 

Lo Sporting toglie i veli «Noi i più vincenti ma ora viene il bello»

Cinque anni d’oro per i goitesi tra prima squadra e vivaio Patron Cavagna: «Progetto doc, lavoriamo a testa bassa»

CERLONGO (Goito) . Nella splendida cornice della Corte del Conte di Cerlongo è avvenuta la presentazione della stagione 2018/19 dello Sporting Club. A far gli onori di casa il presidente Devis Cavagna, che ha tracciato una linea ricordando i successi ottenuti nella stagione precedente: dalla salvezza della prima squadra ai tanti titoli di uno dei vivai più floridi del Mantovano. Quest'anno sono arrivati gli allori provinciali di Giovanissimi Fascia B e Allievi Fascia B, oltre alla Coppa Faveri conquistata da una Juniores capace di mantenere la permanenza nei regionali. La prima squadra del confermatissimo mister Alessandro Novellini, dopo aver pagato l'impatto con la nuova categoria, ha chiuso conservando la permanenza in Promozione. Insomma, al quinto anno di vita della società goitese, i motivi per guardare con fiducia al futuro ci sono tutti. «Al termine di questo quinquennio possiamo dire di aver avviato un progetto sportivo importante - spiega Cavagna - e di essere la società mantovana che, tra settore giovanile e prima squadra, ha vinto di più. Ma questo deve comunque restare un punto di partenza: tutti dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa. La passata stagione, che è stata complicata, ci ha dato un saggio di quanto si sia alzato il livello sportivo dei vari tornei. Alla fine abbiamo centrato i nostri obiettivi dando tutti il 100%. Un grazie anche all'amministrazione locale che ci ha consentito di realizzare gli eventi extra calcistici». Amministrazione rappresentata ieri dal vicesindaco Paolo Boccola e dall'Assessore allo Sport Gabriele Belfanti.

La prima squadra è stata costruita nel segno della continuità: alle conferme della rosa della passata stagione si sono aggiunti dal San Lazzaro Beggi, Mazzali e Coppiardi, dal Castel d'Ario il portiere Bignardi e dal Nogara l'altro estremo difensore Scandiuzzi. «Pochi ma buoni - commenta il patron -, abbiamo inserito rinforzi di valore ed esperienza in un organico per noi già molto valido». —

DAVIDE CASAROTTO.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro