Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mantova, rinforzi last minute: presi De Santis e Guglielmelli

Da sinistra: Guglielmelli e De Santis

Il difensore classe 2000 proviene dal Ghiviborgo, il centrocampista era a Prato. Mister Morgia: «Mi piace la voglia di reagire, è un gruppo che non si arrende mai»

MANTOVA . In conferenza stampa domenica dopo la gara contro la Pergolettese mister Morgia aveva sollevato il problema dei giovani, stanti le indisponibilità di alcuni under proprio nel settore arretrato. Detto, fatto e la società ieri ha messo a disposizione del tecnico altri due giocatori che si sono allenati con il gruppo alla ripresa della preparazione. Si tratta dell'esterno destro basso, ma in grado di fare anche il centrale, Fabrizio De Santis, classe 2000, e del centrocampista Nicola ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MANTOVA . In conferenza stampa domenica dopo la gara contro la Pergolettese mister Morgia aveva sollevato il problema dei giovani, stanti le indisponibilità di alcuni under proprio nel settore arretrato. Detto, fatto e la società ieri ha messo a disposizione del tecnico altri due giocatori che si sono allenati con il gruppo alla ripresa della preparazione. Si tratta dell'esterno destro basso, ma in grado di fare anche il centrale, Fabrizio De Santis, classe 2000, e del centrocampista Nicola Guglielmelli, classe 1997 e quindi non catalogabile tra le "quote" da schierare obbligatoriamente in campo. Per la verità l'ingaggio di De Santis è già stato perfezionato mentre per ora Guglielmelli è solo aggregato, anche se tutto lascia intendere che verrà tesserato a breve.

Andando alla scoperta di De Santis, vale la pena ricordare che il ragazzo è cresciuto nelle giovanili del Como con cui nell'anno 2016/17 vinse il titolo nazionale Allievi di categoria. Passato alla Reggiana e coinvolto nel fallimento del club emiliano, dopo un breve passaggio al Ghiviborgo (serie D) è stato ora ingaggiato dal Mantova. Guglielmelli invece, nato in Germania, dopo le giovanili del Verona lo scorso anno ha collezionato 25 presenze (1 gol) con la maglia del Prato in serie C.

Mister Massimo Morgia dal canto suo è tornato sulla partita di Coppa Italia vinta ai rigori, sottolineando i pregi ma anche i difetti che la sua squadra dovrà migliorare: «Mi sono riguardato la partita - ha detto - ed anche stavolta i numeri sono dalla nostra parte: 60% di possesso palla, 18 conclusioni verso la porta, tanti cross dalla fasce. Ho apprezzato ancora il massimo impegno collettivo, la volontà e la coesione del gruppo. Ed in particolare la reazione agli episodi negativi: con l'Axys Zola restammo in dieci, stavolta dopo pochi minuti è arrivato un dubbio rigore a mettere la gara subito in salita. Siamo una squadra che non si arrende mai e che lotta fino alla fine per centrare l'obiettivo».

Da migliorare il cinismo sotto porta e l'attenzione quando si tratta di difendere: «Ho fatto presente ai ragazzi - prosegue Morgia - che siccome produciamo molto più dei nostri avversari non dobbiamo attaccarci agli alibi delle decisioni dubbie ma dobbiamo essere in grado di vincere da soli. Quando attacchiamo, come squadra, cercando di mettere a frutto la nostra manovra e quando ci difendiamo, sempre come collettivo, mettendoci più attenzione ed evitando ingenuità come è accaduto domenica scorsa. Perché stavolta abbiamo centrato la qualificazione ai rigori ma se fosse stato campionato avremmo lasciato per strada due punti». Chiusura con un occhio alla Virtus Bergamo, prima avversaria in serie D: «Ha vinto in amichevole 3-0 col Levico che con noi si era ben comportato. Squadra tosta dunque. Per noi è molto importante partire bene per creare entusiasmo, tuttavia con il Siena e la Pistoiese abbiamo vinto i campionati crescendo partita dopo partita». —

 BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .