Quotidiani locali

MANTOVA

Il cuoco della leggerezza

Roberto Botturi porta sul web e sui social network la sua filosofia “light”

MANTOVA. “Chef in bikini” è il nome della sua pagina web, e questo per Roberto Botturi, 39enne cuoco di Acquanegra sul Chiese, significa leggerezza. Così come il bikini è un abbigliamento “leggero”, allo stesso modo il suo obiettivo è quello di alleggerire i piatti il più possibile, mantenendone, tuttavia, il gusto. Roberto tra i fornelli è praticamente nato e cresciuto.

La sua famiglia, sia da parte di madre che da parte di padre, ha lavorato o lavora tuttora in locali come Al Ponte, Evergreen e il ristorante pizzeria Sport. Proprio in quest’ultimo - dove è tornato da pochi mesi, dopo avere concluso per motivi personali l’esperienza alla trattoria La Corte, nei pressi di Piadena - sta progettando di portare la sua filosofia, introducendo, accanto alle proposte tradizionali, un “angolo wellness”. «La cucina sta cambiando - spiega Botturi -: penso che ormai moltissimi colleghi siano in grado di creare piatti molto gustosi. Ciò a cui punto io è quello di servire un cibo che non ostacoli il benessere: una cucina consapevole, che preservi la salute dei clienti e che rispetti anche gli ingredienti, verificando la correttezza anche della filiera a monte».

Ecco, allora, il controllo sugli indici glicemici, sulla quantità e il tipo di grassi, sulle cotture. Ecco la scelta di utilizzare ingredienti meno raffinati, come farine integrali o grezze («io uso la tipo 1 - spiega -, la pasta verrà magari più brutta, ma di certo più gustosa; e poi trattiene meglio il sugo»). Ecco una serie di ricette light che propone utilizzando a mani basse il web e i social network. Detto di Chef in bikini (tra l’altro, il nome si avvicina molto alla realtà, visto che effettivamente Roberto sta in cucina con polo attillatissime e senza altri orpelli), ci sono una pagina Facebook e un canale Youtube sui quali mostra come alleggerire il cibo con lo pseudonimo di Roby B. Food Player.

Non solo: ha sostenuto un provino - ed è in attesa di risposta - per partecipare a una nota trasmissione televisiva su argomenti gastronomici su una rete nazionale ed è attivo anche sul fronte radiofonico (oggi alle 12, ad esempio, sarà ospite di Radio Studio Più nella trasmissione “Lo show del gusto e moda” condotta da Martina Pascutti). E si offre per fornire, a richiesta, la versione alleggerita delle loro ricette.

L’ultima sua idea, puntualmente proposta sui social, è quella di ispirarsi ad alcuni notissimi prodotti alimentari industriali, riproducendoli in chiave alleggerita e casalinga. Tra questi c’è la PRO’tella, una crema spalmabile light al gusto di nocciola - superfluo spiegare quale sia il prodotto di riferimento -, della quale Botturi spiega le caratteristiche: «Contiene pochissimi grassi saturi, ha una percentuale di “grassi buoni” molto elevata, un indice glicemico molto basso, una buona percentuale di fibre, senza olii o grassi aggiunti (come, ad esempio, l’olio di palma) e con la stevia al posto dello zucchero; è consumabile anche per vegetariani e vegani, in quanto si utilizza il latte di soia, e l’apporto calorico è decisamente ridotto. Insomma - conclude lo “chef in bikini” -, con questo prodotto si può mangiare una crema spalmabile alla nocciola senza sensi di colpa».

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro