Quotidiani locali

In mostra gli scheletri di uomo e cane

I ritrovamenti di Valdaro all’Archeologico per la prima volta dal 27 al 31 ottobre

Il cane è da sempre l'amico più fedele dell'uomo. Lo attesta anche lo straordinario ritrovamento archeologico effettuato nel 2009 a Valdaro, quando durante gli scavi per la realizzazione di un capannone, ci si imbattè nei resti di un un uomo e del suo fedele amico. Gli eccezionali reperti saranno per la prima volta in mostra e visibili a tutti da martedì 27 a sabato 31 ottobre negli spazi del Museo Archeologico di Mantova in piazza Sordello (ingresso gratuito).

L'inaugurazione della singolare esposizione avverrà lo stesso martedì 27 ottobre, alle 10.30, alla presenza del soprintendente archeologico della Lombardia Filippo Maria Gambari e delle autorità mantovane.

Il legame tra uomo e cane è un viaggio che dura da migliaia di anni. Dalle prime testimonianze di domesticazione risalenti alla fine del Paleolitico ad oggi, il cane è sempre stato al fianco dell'uomo come compagnia, come difesa, per la caccia e per la conduzione del bestiame.

Anche l'uomo vissuto a Valdaro, in territorio comunale di San Giorgio di Mantova, seimila anni fa, la cui sepoltura è stata ritrovata durante uno scavo archeologico, scelse come compagnia del suo ultimo viaggio proprio un cane di taglia media.

Le indagini archeologiche e analisi scientifiche tentano di far luce sulla vita di entrambi, sul rapporto che li legava, sulle loro abitudini alimentari, per ricostruire una storia che è la storia di molti di noi e del nostro rapporto con impareggiabili compagni di vita.

Promotori e organizzatori della mostra sono la Sovrintendenza Archeologica della Lombardia e il Consorzio Oltrepò Mantovano - che in questi mesi sta organizzando mostre dedicate ai singoli Comuni proprio al Museo Archeologico di piazza Castello- con la collaborazione della Provincia di Mantova.

L'iniziativa chiuderà le iniziative organizzate da Oltrexpo Mantova.

L'idea è di trasferire poi la mostra in altri luoghi del mantovano: prima di tutto proprio a San Giorgio, poi a Pegognaga e a Ostiglia e infine, molto probabilmente, di nuovo a Mantova.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro