Quotidiani locali

Consegnate sei medaglie d’onore per gli internati nei campi

Ieri a mezzogiorno, nei saloni di rappresentanza della Prefettura di Mantova, si è svolta la cerimonia di consegna delle Medaglie d’onore concesse con decreto del Presidente della Repubblica a...

Ieri a mezzogiorno, nei saloni di rappresentanza della Prefettura di Mantova, si è svolta la cerimonia di consegna delle Medaglie d’onore concesse con decreto del Presidente della Repubblica a cittadini italiani - quest’anno erano sei - residenti in provincia di Mantova, internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra nell’ultimo conflitto mondiale. Il prefetto Carla Cincarilli ha quindi consegnato il riconoscimento ai familiari degli assegnatari, alla presenza dei sindaci dei rispettivi Comuni di origine o dei loro rappresentanti. In particolare, le Medaglie d’onore sono state assegnate a: Francesco Ignaccolo di Mantova, internato in Germania, riconoscimento ritirato dal figlio, Nicolò Ignaccolo; Sante Mantovani di Mantova, internato in Germania, riconoscimento ritirato dal nipote Marco Goldoni; Gelindo Bragante di San Giorgio di Mantova, internato in Germania, riconoscimento ritirato dal figlio Ruggero Bragante; Ulderico Bresciani di Magnacavallo, internato in Grecia, riconoscimento ritirato dal nipote Alberto Bottura; Osmano Dall’Acqua di Commessaggio, internato in Germania, riconoscimento ritirato dalla nipote Elvira Sanguanini; Sante Zani di Ceresara, riconoscimento ritirato dal figlio Mario Zani.

Nel corso della cerimonia di consegna, il prefetto Carla Cincarilli ha tenuto un breve discorso per spiegare il significato dei riconoscimenti assegnati, affiancata dall’assessore provinciale Maurizio Castelli.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista