Quotidiani locali

Mantova, il Ducale si accende

E quando il sole cade, la città si accende: via alla la rassegna che trasforma il profilo del Palazzo con installazioni luminose

E quando il sole cade, la città si accende. E’ questo il titolo della rassegna che da oggi trasformerà il profilo di Palazzo Ducale, visto dal Lungolago Gonzaga, grazie alle installazioni luminose di artisti contemporanei. Per la prima volta, infatti, il Loggiato della Cavallerizza ospiterà in notturna una mostra d'arte che mira ad approfondire il rapporto tra arte e luce attraverso i lavori degli artisti coinvolti nel progetto espositivo curato da Vittorio Erlindo. Protagonisti Marco Lodola, Nicola Evangelisti, Davide Dall'Osso, Sara Dario, Marco La Rosa, Adriano Abbado, Giovanna Fra, Romano Boccadoro, Melograno Blu. Da stasera le installazioni luminose saranno dunque visibili dall'esterno della Cavallerizza e dal Lago Inferiore. Non solo. «Sono parte dell'evento anche le immagini di Stephen Orlando - come evidenziano gli organizzatori - proiettate a bordo della motonave Andes, e l'installazione di Davide Dall'Osso e Fabrizio Visconti nel Cortile della Cavallerizza». La mostra verrà inaugurata stasera alle 22 «quando il sole cade, disegnando nel profilo di Palazzo Ducale una scenografia artistica unica e irripetibile». La rassegna rimarrà visibile ogni sera fino al 18 settembre, il catalogo della mostra sarà invece disponibile dal 26 agosto. «E’ questo un evento che fa parte dell’ampio piano di rilancio del Ducale che ho presentato nei primi mesi dell’anno - spiega il direttore del Ducale Peter Assmann - Questa rassegna espositiva intende mostrare, nella loro complessità, i diversi modi di lavorare con la luce. E questo attraverso linguaggi, forme e materiali diversi. Ci sono sculture che si percepiscono come tali solo attraverso proiezioni, diverse luci sono in movimento, altre opere sono nel prato della Cavallerizza». Gli artisti - come spiega Assmann - attraverso le loro opere luminose, si misureranno insomma con questo suggestivo spazio che si ammira percorrendo il Lungolago Gonzaga. E con una duplice prospettiva. Dall’interno del palazzo si continuerà a scorgere il profilo del lago Inferiore attraverso le arcate mentre, dall’esterno, il pubblico vedrà da stasera le installazioni che offriranno una diversa percezione del Ducale. Una rassegna espositiva, dunque, in sintonia con i progetti del Ducale per la valorizzazione dell’arte contemporanea. «Con queste incursioni - conferma Assmann - prosegue la nostra intenzione di valorizzare parti diverse del nostro splendido palazzo attraverso mostre e interventi diversi in un dialogo aperto anche con l’arte contemporanea. L’obiettivo, insomma, è fare dialogare il museo anche con le espressioni d’arte di oggi, capaci di offrire al pubblico una reggia che si accende dopo le 22 e sa regalare atmosfere, suggestioni ed emzioni visive». Le immagini di Stephen Orlando proiettate a bordo della motonave Andes saranno visibili - come conclude Assmann- «solo in alcune serate collegate appunto alla programmazione delle escursioni della motonave».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista