Quotidiani locali

ARTE

Quistello come Montmartre con “La Piccola Parigi”

Oltre cento artisti animeranno il centro storico con le loro opere e installazioni. Il tema di questa edizione è un grido di pace per dire no a terrorismo e violenza

QUISTELLO. Una Piccola Parigi con temi di attualità. L'attesa e consolidata manifestazione di fine agosto, giunta quest'anno alla sua quinta edizione, che animerà il centro storico di Quistello domani 28 agosto a partire dal primo pomeriggio fino a tarda sera, ha scelto quest'anno di affrontare con l'arte argomenti che inondano le pagine di cronaca.
 
Il tema dell'edizione 2016 della “Piccola Parigi”, evento ideato e realizzato dall'artista Caterina Borghi con il sostegno del Comune di Quistello, sarà un grido di pace per dire basta al terrorismo, alla violenza e all'intolleranza con la presenza di oltre cento tra pittori, scultori, videomaker e performer. Cuore della rassegna sarà l'installazione a cura di Vincenzo Paonessa, giovane artista docente al Liceo Artistico Giulio Romano, realizzata in collaborazione con alcuni suoi allievi, “Bucato” che coivolgerà la facciata del Comune e delle case antistanti. 
 
«Sarà un gesto di pace su temi che appartengono purtroppo ormai alla nostra quotidianità contro terrorismo, violenza e razzismo, per liberare l'anima dall'intolleranza, dall'odio gratuito che sempre più avanza nel genere umano - dice la Borghi - Tra le novità di quest'anno poi ci sarà anche la Street Art in 3D per essere al passo con i tempi. Visto il gran numero di partecipanti la manifestazione occuperà anche nuove vie del paese».
 
Le artiste Ketty Grossi e Valentina...
Le artiste Ketty Grossi e Valentina Sforzini con una loro opera 3d
 
La Street Art 3d proporrà effetti tridimensionali e illusioni ottiche che interagiranno con il pubblico direttamente coinvolto durante la performance di Valentina Sforzini, Ketty Grossi e dell'artista messicano Valentino Salas da Durango. «I visitatori potranno fotografarsi con l'opera durante le performance - aggiunge Caterina Borghi - Sono particolarmente grata a Valentino Salas che sta facendo grandi sforzi per potersi pagare il viaggio».
 
Saranno esposti acquerelli in 3d di Carlo Monzini, visibili solo con gli occhiali anaglifici mentre i fratelli Vincenzi interverranno sugli attraversamenti pedonali, creando una Zebra Creativa, come sta succedendo in gran parte d'Europa facendo così di Quistello sempre più una autentica “Piccola Parigi”. Altro punto forte della manifestazione sarà l'installazione di Land Art, una montagna di legni, sassi, fiori e tanto altro ancora, realizzata in piazza da Chiara Reggiani e da altre artiste mantovane per protestare contro la violenza. ù
 
Di grande interesse anche l'installazione di Giuliana Natali e la video clip di Lorella Salvagni sullo stesso tema. Vi saranno inoltre le installazioni di Romano Boccadoro e Claudio Baroni. Il giovane artista svizzero Gennaro Scotti, ideatore dell'immagine dell'edizione 2016 della rassegna, porterà da Ginevra altri suoi lavori. Il critico d'arte Gianfranco Ferlisi commenterà le opere performative durante la manifestazione. Il Cai infine offrirà come sempre il risotto al Caffè delle Rose. 
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista