Quotidiani locali

Lirica, successo a Canneto per il Concorso Pagano

Applausi per la serata che ha visto esibirsi i dodici finalisti Il primo premio è andato al baritono Tommaso Barea

CANNETO SULL'OGLIO. L’impegno, la voglia di raggiungere il meglio e la serietà professionale, hanno trasformato il 1° Concorso di Canto Lirico Mauro Pagano di Canneto in un appuntamento assolutamente da ripetersi. La sensazione, sabato 24 settembre, era quella di un ritorno ai fasti del melodramma con tanti appassionati e un ambiente dall'assoluta raffinatezza. A presentare la serata, alla presenza, tra gli altri, di autorità provinciali e regionali, è stata Luana Vollero, in elegante abito lungo che, dopo aver introdotto il primo cittadino di Canneto Raffaella Zecchina, che ha ringraziato organizzatori, artisti e giuria, ha dato il via al concorso.

Ad accompagnare gli artisti nelle esibizioni è stata la bravissima In Seon Lee che ha visto esibirsi, uno dopo l'altro, il baritono Tommaso Barea, il baritono coreano Hyunbong Choi, il tenore italiano Alessandro Fantoni, i soprano Federica Grumiro e la coreana Kim Eunkyong, la mezzo-soprano italo- ucraina Olha Kotlyarova , il basso tedesco Oliver Purkhauer, il tenore Giuseppe Raimondo, il baritono cinese Hao Tian, la soprano albanese Aliaj Ulpiana, il soprano coreano Jeon Yeajin e il baritono russo Alexey Isarev. Tutti i finalisti si sono espressi a livelli altissimi, tanto da impegnare la giuria in un serrato confronto.

Alla fine è stata stilata la lista dei vincitori di questa prima edizione da parte dei giurati presieduti dal tenore Fabio Armiliato, compagno di vita e d' arte della scomparsa soprano Daniela Dessì, dal basso e direttore artistico del concorso, Gianluca Breda, dal direttore d’orchestra e artistico del Teatro Opera Tampa in Florida, Daniel Lipton, dal regista e direttore artistico del Teatro Goldoni di Livorno Alberto Paloscia, dall'agente di "Italia Lirica" Massimiliano Damato, dalla soprano giapponese Sanae Kachi, dal tenore russo Alexey Kosarev e da Cristian Carlstedt, direttore del casting dei Teatri di Basilea e Klagenfurt. A consegnare il primo premio (importo di 2.000 euro) nelle mani del baritono Tommaso Barea, che aveva interpretato il brano “Sibilar gli Angui d’Aletto” dal Rinaldo di Handel è stata il sindaco Raffaella Zecchina a nome dell'amministrazione comunale di Canneto sull'Oglio.

La piazza d'onore, con un premio di 1.500 euro è stato consegnato dallo sponsor Pederzani di Castelgoffredo al soprano coreano Kim Eunkiong che ha interpretato il brano"Un bel dì vedremo" dalla Madam Butterfly di Giacomo Puccini. A consegnare il terzo premio (1000 euro), per conto di Mantova Banca, è stato il neo assessore Facconi il quale ha premiato il baritono coreano Hyunbong Choi a seguito dell’interpretazione di “Largo al factotum”, dal Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini. Infine i premi speciali da 5000 euro l'uno sono stati consegnati: da Francesca Zaltieri al basso tedesco Olivier Purkhauer per il brano “In diesen heil’gen hallen” dal Die Zauberflöte di Mozart per il "Premio Mauro Pagano" e alla soprano albanese Aliaj Ulpiana per l'interpretazione del brano “Je veux vivre” da Romeo et Juliette di Charles Gounod . Una serata splendida che fa del Teatro cannetese, fortemente riportato in auge da Vincenzo Brusatazzi, una perla nel patrimonio culturale mantovano.

Tullio Casilli

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista