Quotidiani locali

mantova

“Segni” da mercoledì torna con 300 eventi, ricordando Dario Fo

Nuovo nome, Segni New Generations Festival, solito grande entusiasmo. La manifestazione nata per i più piccoli è diventata grande e quest'anno vuole ricordare il Nobel Fo che ha disegnato l'animale simbolo 2016

MANTOVA. Il suo lupo, disegno simbolo dell'undicesima edizione di Segni New Generations Festival, è stato uno degli ultimi regali donati al mondo. Il ricordo di Dario Fo ha segnato la presentazione della manifestazione che animerà Mantova dal 26 ottobre al 2 novembre. La rassegna internazionale d'arte e teatro, cresciuta anno dopo anno e divenuta evento di portata internazionale, proporrà in otto giorni 34 spettacoli e oltre 300 eventi per spettatori dai 18 mesi ai 18 anni e oltre.

Sulla copertina del programma e su ogni gadget, la figura del lupo: mostra i denti ma ha un aspetto amichevole e sembra sorridere con gli occhi. «Nell'anno di Mantova Capitale della Cultura volevamo affidare l'animale simbolo ad un grande della cultura - le parole della direttrice artistica Cristina Cazzola -. Appena saputa la tragica notizia mi sono venuti in mente gli occhi vivi e vivaci del lupo disegnato dal maestro Dario Fo. Un lupo fiabesco, elegante, che sorride con dolcezza. Alcune copie delle locandine di Segni hanno raggiunto l'archivio di Dario Fo e Franca Rame, dove sono stati inseriti fra i mille altri materiali realizzati e raccolti nella lunga carriera. Per noi un emozionante onore».

«Il ricordo di noi tutti va a Dario Fo - il commento dell'assessore Caprini -, un uomo che aveva dedicato alla cultura tutta la sua vita». Il programma, ricchissimo, non si rivolge più solo ad un pubblico di giovanissimi. Molti gli eventi pensati per gli adolescenti. Tra questi il progetto T.e.e.n., progetto di cooperazione tra tre festival europei e l'Università del Portogallo. I ragazzi parteciperanno a workshop, cureranno un blog e avranno la possibilità di viaggiare gratuitamente in Europa nei festival partner. Ogni sera, alle 19.15 alla Loggia del Grano, si confronteranno con gli artisti nello spazio Spunti(ni) critici. Ospiti speciali i Wu Ming, venerdì 28 alle 21 al Bibiena con 'In viaggio con i cantalamappa', e lo scrittore Stefano Benni, domenica 30 alle 21.30, sempre al Bibiena, con lo spettacolo 'In bocca al lupo'. Previsto un evento speciale con l'Orchestra da Camera di Mantova, 'Chi conosce seicentina', domenica 30 alle 11. Inaugurata una nuova collaborazione con il complesso museale di Palazzo Ducale. Saranno sei gli spettacoli dedicati all'arte, tra i quali 'Alchimia d'artista' condotto dal giornalista Massimo Polidoro. Tra le anticipazioni del festival, appuntamento domenica alle 19.15 al Bibiena con 'Il fuoco nel silenzio'. Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, vedrà nell'inedita veste di attori i vigili del fuoco del comando provinciale di Padova.

Sarà una lezione particolare sul tema della sicurezza delle persone sorde in caso di emergenza. Il programma completo è consultabile sul sito www.segnidinfanzia.org . I biglietti sono acquistabili online su www.vivaticket.it e alla biglietteria Punto Zero in piazza Broletto 5.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista