Quotidiani locali

Gambero Rosso: i Santini al sesto posto

Mantova. Con il ristorante Dal Pescatore di Canneto sull'Oglio la ristorazione mantovana torna nelle alte sfere di una guida gastronomica

MANTOVA. La ristorazione mantovana torna nelle alte sfere di una guida gastronomica, quella presentata lunedì 24 ottobre a Roma dal Gambero Rosso. Per i critici della pubblicazione, infatti, il ristorante Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio è collocato al sesto posto tra i locali italiani. Solamente alcuni giorni fa, la Guida de L’Espresso, anche per i nuovi criteri di compilazione scelti, vedeva il ristorante della famiglia Santini preceduto da altri quindici locali.

Il Gambero, come sempre, assegna i voti in centesimi. Due i ristoranti in vetta, a quota 95: l’Osteria Francescana di Modena, di Massimo Bottura, e La Pergola del Rome Cavalieri, di Heinz Beck. Un gradino sotto, con 94/100, ecco Villa Crespi di Orta San Giulio, in provincia di Novara, dove ai fornelli regna il giudice di Masterchef Antonino Cannavacciuolo, e Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi, nel Napoletano, casa di Alfonso Iaccarino. Solitario a 93 c’è un altro locale napoletano, La Torre del Saracino di Vico Equense, di Gennaro Esposito. La pattuglia a 92/100 vede quindi la famiglia Santini affiancata da: Enrico Crippa di Piazza Duomo ad Alba; Seta, il ristorante dell’Hotel Mandarin Oriental Milano; Le Calandre di Rubano, vicino a Padova, della famiglia Alajmo; St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina di San Cassiano, in Alto Adige; il versiliano Lorenzo di Forte dei Marmi; Uliassi di Senigallia; Reale di Castel di Sangro, provincia dell’Aquila, con Niko Romito. A tutti questi ristoranti, così come agli altri quindici con 91 e 90 centesimi, la guida del Gambero Rosso 2017 assegna le tre forchette, il simbolo individuato come segno distintivo dell’eccellenza.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista