Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Per il Museo della guerra si attende il via libera da Roma

Creare un importante polo turistico nel Comune di Borgo Virgilio. Non c'è solo il Forte di Pietole nei pensieri dell'amministrazione comunale. I riflettori restano accesi anche sul Forte di...

Creare un importante polo turistico nel Comune di Borgo Virgilio. Non c'è solo il Forte di Pietole nei pensieri dell'amministrazione comunale. I riflettori restano accesi anche sul Forte di Borgoforte, luogo da alcuni anni sede di un'istituzione museale. Risale al 2015, infatti, l'inaugurazione del Museo della guerra.

Un primo nucleo di armi e materiale bellico è già in esposizione nella struttura. Il progetto definitivo prevede la creazione di tre sezioni, con particolare attenzione alle Gu ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Creare un importante polo turistico nel Comune di Borgo Virgilio. Non c'è solo il Forte di Pietole nei pensieri dell'amministrazione comunale. I riflettori restano accesi anche sul Forte di Borgoforte, luogo da alcuni anni sede di un'istituzione museale. Risale al 2015, infatti, l'inaugurazione del Museo della guerra.

Un primo nucleo di armi e materiale bellico è già in esposizione nella struttura. Il progetto definitivo prevede la creazione di tre sezioni, con particolare attenzione alle Guerre d'Indipendenza e ai due conflitti mondiali del Novecento. Pezzi di straordinaria importanza. Sono terminati nei mesi scorsi i lavori di adeguamento della struttura, con il rinforzo del pavimento del piano superiore. Questo per avere la possibilità di dislocare i pezzi su due livelli.

Tutto è pronto e a norma per accogliere i circa 3000 pezzi provenienti da un collezionista di San Marino. Manca solo l’ultimo nulla osta da Roma. «Siamo in attesa del via libera del Ministero - spiega il sindaco Beduschi -, la struttura è a posto. Una volta al completo, l'esposizione sarà una delle più importanti a livello nazionale sul tema bellico. I tempi non sono certi e non dipendono da noi, puntiamo comunque ad avere il museo nella sua forma definitiva entro l'estate». (m.s.)