Quotidiani locali

Lorenza gentile

La felicità è una storia semplice

Dal pensiero del suicidio a un tour tra trascinanti emozioni

Lorenza Gentile lo afferma da subito, con grande serenità: «Come per Vito, non c'è nulla che mi possa aiutare, voglio capire perché sono al mondo, cosa mi trattiene dal non starci più». Un'affermazione che ha fatto rabbrividire i molti che seguivano la presentazione del suo secondo romanzo La felicità è una storia semplice, alla libreria “Verso” di Milano. Ma si sa la letteratura permette di indagare, e risolvere, dilemmi che fuori dalle pagine diventerebbero irrecuperabili. Vito Baiocchi, sui quaranta, vuole uccidersi e ha tutto pronto: corda di lunghezza perfetta, abito buono e nulla da perdere (ha già perso genitori, affetti e di recente il lavoro).

Sul punto di lanciarsi dalla sedia squilla il telefono, è sua nonna Elvira, inopportuna come sempre ma più insistente del solito. Lo salva, ma lo trascina in un tour italiano a tappe che ha come meta Gibellina, paese di origine di entrambi. Nonna Elvira non è lucida, se non nella sua folle ricerca di qualcosa che forse non c'è mai stato, ma è una trascinatrice che guida Vito dove lui non vorrebbe e dove, lui sì, pezzo pezzo ricostruisce la sua felicità.

In questo viaggio tarantolato Vito incontra Maria e il suo figlio adolescente in una Napoli che, inutile dire, è proprio così, e qui Lorenza Gentile scrive le sue pagine più belle. Gentile fa molte cose tutte bene: sceglie un personaggio maschile, per mettere quel po' di distanza necessaria tra sé e la storia; costruisce una trama e risolve le possibili coincidenze poco credibili in una sequenza di coincidenze consistenti tra loro; mantiene il ritmo, con successivi cambi di quadro ognuno con una sua sorpresa; fa evolvere il personaggio che non cambia come un miracolato sulla strada di Assisi - nessuno ci crederebbe - ma cresce in una nuova direzione e, soprattutto, non lascia incompiuta una riga, con un lavoro di tenuta sui dialoghi davvero rimarchevole. In copertina campeggia da sola, tutta rosa, un'iguana che esce dal tratto magistrale di Valeria Petrone, un'artista che con le sue opere sorride, comunque, sempre, come fa Lorenza Gentile.

Tina Guiducci

Lorenza Gentile, LA FELICITÀ È UNA STORIA SEMPLICE, Einaudi Stile Libero, pagg. 224, 17 euro.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista