Quotidiani locali

Omaggio a Sautet con “Un cuore in inverno” 

Oggi al Carbone l’opera con Emmanuelle Béart: l’attrice segnò gli ultimi film della carriera del regista

Da Romy Schneider a Emmanuelle Béart. Cambio di musa ispiratrice nei film di Claude Sautet. Oggi (ore 18.00, 21.00) per “Il mesitere di vivere”, la rassegna organizzata in collaborazione con il Circolo del Cinema di Mantova, il Cinema del Carbone propone Un cuore in inverno, film in cui il regista francese apre la collaborazione artistica con la giovane attrice che segna gli ultimi film della sua carriera. Vincitore del Leone d'argento alla 49ª Mostra di Venezia, il film del 1992, torna a indagare un triangolo amoroso, come spesso accade nelle opere di Sautet. Maxime e Stéphane sono due liutai. Più aperto ed espansivo, Maxime (André Dussollier) ha una storia importante con Camille (Emmanuelle Béart), una giovane e affascinante violinista. Ma con il tempo sarà Stéphane (Daniel Auteuil) ad attrarre la donna, che sente per quest'uomo schivo e sobrio una passione inusuale. Dopo un momento di apparente corresponsione, Stéphane si ritrae inaspettatamente. Una storia di amore volutamente mancato, pieno di sottrazioni e reticenze, che Sautet riesce a mettere in scena con un ingrediente rivoluzionario e temerario: il sussurro dei sentimenti.
Ingresso singolo: 5 euro. In omaggio con l'abbonamento è stata offerta una monografia su Claude Sautet a cura di Alberto Cattini. L'ingresso è riservato ai soci del Cinema del Carbone e del Circolo del Cinema di Mantova. Tutte le proiezioni si tengono al cinema Oberdan (via Oberdan 11). Per informazioni: 0376.369860, www.ilcinemadelcarbone.it

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri