Quotidiani locali

Mantova, tuffo nella storia con il tour nei musei

Mantova Cult City, l’Open Night dei musei, rassegna pensata per valorizzare tutti i capoluoghi della Lombardia e che ha il soprano Eleonora Buratto, mantovana, come testimonial

Cult City: i segreti di Palazzo Te svelati da Lorenzo Bonoldi Cult City ha aperto le porte dei musei a tutti, noi vi raccontiamo insieme a Lorenzo Bonoldi alcuni segreti di Palazzo Te. (Video Mirko Di Gangi)

MANTOVA. Le ricette di Teofilo Folengo alla Teresiana e letture di autori lombardi classici e contemporanei nei palazzi Te e San Sebastiano. E’ stato un pomeriggio tra cultura, curiosità e ritrovi nei luoghi belli della città quello di sanato 27 maggio grazie a Mantova Cult City, l’ Open Night dei musei, rassegna pensata per valorizzare tutti i capoluoghi della Lombardia e che ha il soprano Eleonora Buratto, mantovana, come testimonial.

Cult City: il Bibiena e Mozart, raccontati da Lorenzo Bonoldi Il Bibiena e Mozart, i mantovani conoscono benissimo la storia del concerto nel teatrino scientifico. Noi ve la raccontiamo un'altra volta con Lorenzo Bonoldi. (Video Mirko Di Gangi)

E domenica 28 il programma prevede, sempre gratuitamente, visite alla Domus Romana di piazza Sordello con le guide di Gam Confguide Confcommercio, per vedere i mosaici e per una volta spostarsi dalla polemica sull’edificio che racchiude il ritrovamento archeologico al reperto stesso che testimonia come l’acropoli di Mantova sia stato il luogo più importante dell’isola sul Mincio già al tempo dei romani. L’appuntamento è alle 17.30, 18, 18.30 e 19.
Alle 18, invece, al teatro Bibiena spettacolo degli allievi del Conservatorio Campiani. Si esibiranno i vincitori delle borse di studio Heimoff: Gaia Bergamaschi, flauto, Viktoria Tkachuck soprano, Marco Rizzi sax, Giacomo Tora pianoforte, Enrico Canato tromba jazz. Si terrà poi il Concerto della Bigband del Campiani diretta da Mauro Negri, e composta da Davide Teramano, Davide Bulgarini, Enrico D’Addario, Fabio Rossi, Daniele Mantovani, sax; Giulia Vighi, Enrico Caniato, Francesco Parazzoli, Denis Sanguanini, tromba; Nicola Gandellini, Stefano Caniato, Livio Marconi, Francesco Trevisi, trombone; Antonio Paone, chitarra.

Alla Teresiana sabato Rodolfo Signorini ha fatto conoscere il monaco benedettino Teofilo Folengo, il Merlin Cocai, figlio di un notaio mantovano e che, ha osservato lo studioso, non è noto come meriterebbe il terzo scrittore del Cinquecento. Le sue succulente ricette (si possono scaricare dal sito www.bibliotecateresiana.it) in latino maccheronico sono state lette da Signorini e, in italiano, da Francesca Campogalliani e Diego Fusari con brani di Bach eseguiti dal violoncellista Alessandro Brutti.A palazzo San Sebastiano, nella Sala dei Trionfi hanno letto brani di Andrea Vitali, Andrea De Carlo e Aldo Nove gli attori e allievi di Ars Irene Gandolfi, Silvia Gandolfi e Jacopo Zera. A Palazzo Te, Virgilio, Manzoni e Dario Fo con Adriano Avanzi, Teresa Turola e Ilaria Lovo. (maf)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista