Quotidiani locali

spettacoli

Al via “Eterotopie” Il piano festival sulle metamorfosi

Torna  il tradizionale appuntamento con la musica suonata dal pianoforteinserito nel cartellone di MantovaMusica

MANTOVA. Comincia questa sera “Eterotopie Piano Festival”, il tradizionale appuntamento con la musica suonata dal pianoforte che da due anni è inserito nel cartellone di MantovaMusica.

Gli eventi saranno in tutto sette, da questa sera a lunedì 26 giugno, con quella di domani unica serata non occupata.

Si parte quindi oggi dal Cinema del Carbone di via Oberdan, alle 21.15: in cartellone The metamorphosis immersive Kafka. Non si tratta di un concerto, bensì di un cortometraggio; a seguire, Giulia Baruffaldi eseguirà all’oboe brani di Benjamin Britten (1913-1976) dalle Six Methamorphosis after Ovid, Niobe.

Ed è infatti al tema della metamorfosi che è dedicato il programma di Eterotopie Piano Festival 2017, in un percorso in cui si intrecciano musica, letteratura e arti figurative. Come sempre Eterotopie, oltre a essere la declinazione contemporanea di MantovaMusica, è principalmente occasione per ascoltare pagine note del repertorio novecentesco affiancate a lavori recenti e ancora non eseguiti sulla scena cittadina, nonché prime nazionali e internazionali; una rassegna affidata ad artisti ormai celebrati a livello internazionale e a nuovi interpreti che si affacciano sulla scena musicale.

Eterotopie è anche un pretesto per trasformare il proprio modo di ascoltare la musica, e seguire da vicino le moltissime, e spesso strabilianti, trasformazioni che essa ha subito nei secoli e soprattutto negli ultimi cento anni.

Nel nuovo progetto sono molti i rimandi, emersi attraverso l’impaginazione di un programma che si vuole avventuroso; un programma che vuole percorrere, quasi si trattasse di un immaginario laboratorio, le invenzioni sonore dell’arte musicale. Partendo da Ovidio, luogo letterario classico, le cui Metamorfosi rappresentano uno status creativo in continua fibrillazione tra vita e immaginazione e che simbolicamente apriranno la maggior parte dei concerti di Eterotopie, nella realizzazione musicale per oboe solo di Benjamin Britten. Nel percorso si incontreranno l’opera di Kafka, interprete ancora oggi imprescindibile della coscienza moderna, e Maurits Escher, un artista visionario, e nelle cui opere la trasformazione è fondamento ed allegoria dell’intero processo creativo.

Il cortometraggio di Sandor Kardos The methamorphoisis Immersive Kafka; è un adattamento cinematografico del celebre racconto dello scrittore boemo, La Metamorfosi, in cui, come si sa, il protagonista, Gregor Samsa, si sveglia un mattino trasformato in un gigantesco insetto. Il film, presentato per la prima volta in Italia, è stato girato usando una particolare telecamera soggettiva a 360°, nel tentativo di narrare il racconto interamente dalla prospettiva di Gregor - insetto. Ingresso 7 euro 7, studenti under 25 euro ridotto a 2 euro. Prenotazioni: 0376 355566, info@mantovamusica.com; www.mantovamusica.com.
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics