Quotidiani locali

Mantova

Festivaletteratura, una serata dedicata ai grandi fotografi

Festivaletteratura dedicherà ampio spazio alla fotografia nel corso di questa edizione

Festivaletteratura dedicherà ampio spazio alla fotografia nel corso di questa edizione, «a dimostrazione - come spiegano gli organizzatori - della rilevanza assunta da questa forma di linguaggio peculiare della società contemporanea. Si rinnova così una tradizione che nel corso degli ultimi vent’anni ha portato al festival mantovano alcuni tra i più prestigiosi interpreti della fotografia e del fotogiornalismo italiano e non solo: da Mario Dondero a Uliano Lucas, da Francesco Jodice a Letizia Battaglia». Dal 6 al 10 settembre saranno ben quattro i fotografi ospiti della rassegna. Per prepararsi agli eventi che coinvolgeranno questi autori, mercoledì alla Loggia del Grano a Mantova (via Giovanni Battista Spagnoli), Festivaletteratura organizza in collaborazione con Frammenti di fotografia un incontro condotto da Ruggero Ughetti e Marco Brioni, durante il quale «saranno visionate le immagini più significative dei quattro fotografi e fornite le chiavi di lettura utili a comprenderne lo stile e l’approccio, in attesa di poterli incontrare di persona durante il Festival».

I fotografi ospiti quest’anno sono Burhan Ozbilici, fotoreporter turco dell’Associated Press, vincitore del World Press Photo of the Year 2017 con le fotografie dell’omicidio dell’ambasciatore russo ad Ankara Andrei Karlov per mano di Mevlut Mert Altintas: uno dei documenti più importanti del fotogiornalismo contemporaneo.

Sarà a Mantova poi Ferdinando Scianna, uno dei padri della fotografia italiana contemporanea, primo italiano a entrare a far parte della prestigiosa agenzia fotografica Magnum, alterna a momenti di altissima fotografia, importanti esperienze letterarie.

Altro ospite sarà Monika Bulaj, fotografa, reporter e documentarista, svolge la sua ricerca sui confini delle fedi, minoranze etniche e religiose, popoli nomadi, migranti, intoccabili, diseredati. Ha ricevuto diversi premi per la fotografia e il reportage letterario. Nel 2014 le è stato consegnato il Premio Nazionale “Nonviolenza”, per la prima volta assegnato ad una donna. Al festival anche Giulio Piscitelli, fotografo napoletano, classe 1981, per il suo progetto From there to here (2012) dedicato ai flussi migratori nel Mediterraneo, ha ottenuto una borsa di studio dal Magnum Foundation Emergency Fund. Con Harraga, suo ultimo reportage pubblicato da Contrasto, Piscitelli vince la tredicesima edizione del Premio Amilcare G. Ponchielli, istituito dal Gruppo Redattori Iconografici Nazionale (nella foto "© Giulio Piscitelli/Contrasto Deserto del Sahara, confine tra Egitto, Libia e Sudan, maggio 2014. Un gruppo di profughi eritrei attraversa il deserto).

L’incontro è gratuito e aperto a tutti e , come si diceva, si terrà mercoledì sera alle 21 alla Loggia del Grano. Gli organizzatori ricordano che per maggiori informazioni è possibile consultare anche la pagina www.facebook.com/frammentidifotografia.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista