Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Performance al Te con Sieni. E alle Pescherie ‘Il cammino d’estate’

Il coreografo e danzatore fiorentino protagonista del progetto "La cittadinanza del corpo"

MANTOVA. Una vera e propria esperienza condotta da cittadini e professionisti sulla questione del corpo, sulla capacità straordinaria dell'uomo di sorprendersi necessariamente in momenti istantanei di consapevolezza, dove l'attenzione verso l'altro, la memoria del gesto è il racconto misterioso e immediato della danza danno vita ad azioni coreografiche sul senso della condivisione. Si tratta della seconda edizione del progetto “La cittadinanza del corpo”, ideato dal coreografo e danzatore Virgilio Sieni e che si sviluppa in "azioni coreografiche" che si sono svolte nelle giornate di lunedì e martedì a Palazzo Te e che si concluderà mercoledì 19 luglio con “Il cammino d'estate”, alle 20 alle Pescherie di Giulio Romano.

La prima performance “azioni coreografiche”, ha visto la partecipazione di 270 persone, e sono state interpretate da alcuni danzatori della compagnia di Sieni con i cittadini mantovani e gli abitanti del territorio nelle 16 sale e nei giardini del palazzo sulle musiche originali di Michele Rabbia eseguite dal vivo. Ogni azione era fondata sull'inclusione dell'altro attraverso la relazione con il luogo e la natura: i partecipanti costituivano delle piccole comunità del gesto che davano vita a coreografie sull'arte dell'abitare e del proteggersi reciprocamente. Anche il pubblico è stato parte integrante del progetto coreografico in quanto camminando liberamente poteva intraprendere un viaggio nel palazzo rinascimentale tra le logge e il cortile d'onore, dentro le stanze e nel giardino dell'esedra.

«Le stanze di Palazzo Te tornano a essere il luogo dell'accoglienza di esistenze, qui adagiate sui pavimenti ma anche colte in spostamenti cerimoniali, in atteggiamenti di ascolto e di attesa come tanti canti liturgici, cerimonie minute che richiamano al nascosto dell'uomo, alla presenza animale, al fauno come mediatore tra il mondo della natura e la necessità dell'uomo di trasfigurarsi» afferma Virgilio Sieni, protagonista della scena contemporanea italiana a partire dai primi anni '80, nato a Firenze nel 1957 e oggi coreografo e danzatore conosciuto a livello internazionale.

«ll Centro di Palazzo Te è un’istituzione di ricerca, mediazione, produzione e promozione che opera al servizio della cultura. Interpretare questa missione oggi significa coniugare arte e formazione» sottolinea il presidente Stefano Baia Curioni, presente al primo appuntamento con il sindaco Mattia Palazzi. L’esperienza del viaggio si conclude con il “cammino d'estate”, aperto al pubblico, che si terrà nel cuore della città di Mantova questa sera: alle Pescherie di Giulio Romano prenderà vita una marcia lieve e condivisa della durata di trenta minuti animata da azioni coreografiche agite da danzatori e da interpreti non professionisti accompagnati dalla Corale Savani diretta dal maestro Giampaolo Violi. L’invito a partecipare è rivolto a tutti i cittadini, passanti, turisti, senza limite di età.

Luca Scattolini