Quotidiani locali

Goran Bregovic in concerto a Bagnolo

Serata gratuita: il 29 luglio l’artista si esibirà sul palco del Mantova Outlet Village

Artista poliedrico e musicista imprevedibile, Goran Bregovic, compositore di fama internazionale, si racconta per la prima volta a Mantova Outlet Village a Bagnolo San Vito in un concerto organizzato con la collaborazione di InsideOut Agency, completamente gratuito. L’appuntamento è per il 29 luglio alle 21. «Dopo esibizioni a New York, Chicago, Parigi l’artista ha scelto proprio Mantova Outlet Village per una serata davvero particolare - spiegano gli organizzatori - nella quale intrecciare le luci della festa, la forza della tradizione, il gusto per le danze e le atmosfere popolari che da sempre caratterizzano la sua musica. Media partner della serata sarà Radio Bruno. L’evento conferma la volontà del Village di continuare a proporre intrattenimenti di alto livello culturale, ricercando situazioni sempre di particolare rilevanza artistica». Bregovic è un artista che, grazie alle sue origini balcaniche, riesce a mescolare perfettamente sonorità di una fanfara tzigana, polifonie tradizionali bulgare, chitarra elettriche e percussioni tradizionali con accentuazioni rock, dando vita ad una musica che sembra istintivamente di riconoscere ed alla quale difficilmente si può resistere.

Goran ritorna con un importante tournée di presentazione “If you don’t crazy, you’re not normal” dell’album “Champagne for gypsies”, un disco incentrato sulle sonorità gitane e balcaniche, con diversi episodi dai ritmi veloci e ballabili: il tema principale del nuovo lavoro è proprio la popolazione gitana e la sua musica, la difficoltà di essere accettata e le discriminazioni da essa subite. Da segnalare anche una scatenata versione di “Bella ciao”, già proposta molte volte dal vivo da Bregovic, con la Wedding and Funeral Band (presente anche in “Boogie unca woogie”). «Lo spettacolo dei suoi concerti non nasce da effetti speciali, ma dai musicisti presenti sul palco. Da un lato l'austera Orchestra di Belgrado, in bianco e nero; dall'altro le Voci Bulgare, quattro vocalist straordinarie in variopinti costumi folkloristici; in mezzo Bregovic, abiti bianchi e chitarra elettrica in mano in braccio. Il massiccio direttore-percussionista, Ognjen Radivojevic; dietro di loro la "Wedding & Funerals Band", fanfara di ottoni che aggiorna la tradizione dei complessi ottomani e rom. Come da tradizione ortodossa: dopo il rito funebre si mangia, si beve e per un po' il dolore lascia spazio alla musica.



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista