Quotidiani locali

mantova

La sera dei Buskers: diciotto postazioni nel centro storico

Dalle 21.30 l'anteprima del festival di Ferrara torna anche quest'anno nella nostra città

Un'orchestra per strada apre il Buskers Festival I Giovani musicisti ossolani con i loro 65 orchestrali tra i 10 e i 27 anni hanno aperto il festival in piazza Castello. Il direttore Bottoni: incredibile vedere un'orchestra che suona per strada

MANTOVA. Il Festival dei Buskers è stata una geniale intuizione che risale a trent’anni fa, quando a Ferrara Stefano Bottoni - di professione fabbro - tuttora direttore artistico della manifestazione - pensò di organizzare un evento attorno agli artisti di strada dopo avere letto sul giornale dell’allontanamento, da parte della forza pubblica, di due musicisti che suonavano lungo una via.

Negli anni il festival è cresciuto e si è affermato, estendendosi con anteprime o appendici anche in altre città. Questa sera, giovedì 17 agosto, approderà di nuovo a Mantova, dove era già stato lo scorso anno per onorare la Capitale della cultura: dalle 21.30, molti artisti del Festival invaderanno vie e piazze coi loro spettacoli.



Risuonerà musica di ogni genere, dalla classica fino al jazz, saranno momenti artistici e performance d'intrattenimento: nel contesto della rassegna si esibiranno sotto le stelle, in maniera totalmente gratuita, numerosi musicisti provenienti da tutto il mondo. Il filo conduttore di questo 2017 sarà la città di New York: molti infatti i buskers in arrivo direttamente dalla Grande Mela. Nelle piazze principali del centro e nelle vie circostanti saranno diciotto le postazioni artistiche che verranno approntate. Tre di queste animeranno piazza Sordello, con altrettanti gruppi musicali: gli scozzesi The Dark Jokes nelle vicinanze del Duomo offriranno il loro repertorio storm-pop, i Konnexion Balkon, capaci di rivisitare in chiave moderna i grandi della musica classica, saranno invece nell'area dei giardini di piazza Lega Lombarda, i Mozart Band nei pressi della Domus. In piazza Broletto sarà possibile ascoltare i ritmi scandinavi degli Huojuva Komppi, mentre in piazza Erbe, sotto la Torre dell'Orologio, ci si potrà scatenare con i moderni suoni della street music di Ram Z The Human Sound System. In piazza Concordia, sul retro della Rotonda di San Lorenzo, si esibirà invece il virtuoso chitarrista Joel Rodrigues.



Questi sono solo i fulcri della serata, perché spostandosi da una piazza all'altra sarà possibile sostare ed ascoltare altri artisti nelle postazioni di via Verdi, via Goito, via Orefici, via Spagnoli, via Cesare Battisti e via Roma. Le novità assolute rispetto al 2016 riguardano due luoghi di particolare pregio introdotti dall'organizzazione: la Loggia di Levante delle Pescherie, che sarà animata dal gruppo Airportorgeler, e Corte Sogliari, affidata ai Radiocorriere Swing.

Quella mantovana sarà la tappa d'apertura del Festival, che durerà fino al 27 agosto e naturalmente farà poi base nella sua sede storica di Ferrara. Tra le vie della città degli Estensi gli artisti si esibiranno nelle serate di sabato e domenica dal 22 al 27 dello stesso mese. In altre due occasioni la manifestazione sarà invece itinerante sulla scorta di quanto succederà a Mantova: il 18 di agosto appuntamento a Comacchio (Ferrara) ed il 21 a Lugo (Ravenna).

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista