Quotidiani locali

Tour collettivo on the road: Festivaletteratura presenta “Atlante”

Ecco il nuovo progetto: da Brescia a Mantova un viaggio in quattro tappe. I partecipanti realizzeranno un diario-mappa su questo scorcio di Lombardia

MANTOVA. Un nuovo “Atlante” a Festivalettaura. E' quasi pronto per partire, con lo zaino in spalla, il gruppo dei 21 speciali escursionisti che compilerà l'Atlante: da Brescia a Mantova durante un viaggio in quattro tappe, da domenica a mercoledì 6 settembre, guidato da Luigi Farrauto e Andrea Novali, map designers e incalliti viaggiatori. In un tempo di mappe satellitari, di viaggi veloci, last minut, dall'altra parte del mondo in poche ore, Festivalletteratura, sfruttando un po' la moda di un turismo lento, consapevole, fatto di piccole cose e piccoli segni, propone una nuova avventura editoriale e non solo.

«Il progetto Atlante è una delle novità di Festivaletteratura di quest'anno – spiega Alessandro Della Casa responsabile della nuova iniziativa -. Per la prima volta il festival si lancia in un’avventura editoriale, pensata a lungo, e mai tentata prima, che consiste nella redazione collettiva e on the road di una mappa turistica del territorio lungo un percorso che si snoda attraverso Rezzato, Desenzano, Solferino, Cavriana, Volta Mantovana e Goito».


L'interesse è stato molto, tanto che è stata necessaria una selezione dei partecipanti, di varie età, provenienza e motivazione. «Ci sono coppie, padri e figli, pensionati e studenti, da Catania, Firenze e anche due messicani – aggiunge Della Casa -. L’obiettivo è di offrire uno strumento di esplorazione decisamente inusuale, compilato sul campo da chi partecipa al viaggio cartografico e destinato a tutti coloro che vorranno esplorare in modo approfondito questo scorcio di Lombardia tra colli, laghi e pianura». Su mappe mute, inserite in uno speciale taccuino, saranno annotate impressioni, appunti, immagini, notizie relative ai piccoli tesori artistici, oasi naturali, ma anche botteghe, storie e personaggi. Le stesse informazioni, insolite e particolareggiate relative a questo territorio, potranno anche essere inviate da chi via abita facendo così uscire allo scoperto luoghi “segreti” meritevoli di attenzione.

«Per una buona riuscita di Atlante ci serve l’aiuto di tutti – conclude Della Casa -. La precisione e il dettaglio della mappa finale dipenderà certo dalla sensibilità e dalla capacità di osservazione dei partecipanti al progetto e dalla conoscenza diffusa di chi ci vive e lo conosce». Un appello dunque a partecipare a questo evento collettivo attraverso un apposito form attivo sul sito (festivaletteratura.it/atlante). Il risultato di Atlante, che potrebbe diventare un format ripetibile nelle prossime edizioni se andrà secondo le aspettative, sarà proposto in forma di installazione alla Tenda dei Libri di piazza Sordello per tutta la durata del festival. Per informazioni sul progetto, oltre che sul sito, è possibile contattare i curatori via mail all'indirizzo atlante@festivaletteratura.it o rivolgersi alla segreteria telefonando al numero 0376 223542.

Paola Cortese
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista