Quotidiani locali

arte

La Porfidia vince il premio d’arte Città di Bozzolo

Assegnato il XIV premio ideato da don Primo Mazzolari nel 1954

BOZZOLO. Assegnato ieri (sabato 14 ottobre) il XIV Premio d'arte città di Bozzolo ideato da don Primo Mazzolari nel 1954. Al primo posto l'artista Alessandra Porfidia. Classe 1962, docente di Scultura alla Accademia di Belle arti di Firenze, l'artista ha vinto con il dittico in legno, carte fatte a mano, cartoni, carton plume Bianchi territori che “coglie la capacità di strutturare - come dice la motivazione - lo spazio e di costruire il racconto con sensibilità e attenzione ai linguaggi dell'avanguardia, ripensato attraverso una precisa sensibilità per l'architettura”. Inoltre la giuria ha ritenuto di assegnare una menzione d'onore a Minou Amirsoleimani di origine iraniana per l'opera Tutte le strade portano a Roma e alla romana Elisabetta Diamanti, docente di incisione e grafica alla Scuola d'Arti Ornamentali del Comune di Roma per Philodendron soffioni. La commissione, presieduta da Giovanni Scaglioni, ha infine “espresso il più ampio apprezzamento per la grande cura dell'allestimento della mostra”.

L'inaugurazione del premio è avvenuta a Palazzo dei Principi con all'ingresso la medaglia inviata per l'occasione dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il sindaco Giuseppe Torchio ha collegato la mostra, allestita nonostante la crisi, collegandola ai piani di rilancio di Bozzolo come itinerario culturale e religioso: nei primi 10 giorni di ottobre ci sono state oltre 600 persone sui luoghi Mazzolariani. La curatrice Ivana D'Agostino, docente all'Accademia di Belle Arti di Venezia, ha spiegato come il gruppo dei 13 artisti invitato al premio abbia presentato opere che spaziano in tutti i campi della sperimentazione del contemporaneo. Il titolo della mostra, Infinitamente Arte, «si univa non solo al tema assegnato di Mazzolari di vedere l'arte come "elevazione dello spirito" ma anche alla molteplicità dei linguaggi e delle esperienze artistiche». La rassegna è stata completata dall'VIII Biennale don Primo Mazzolari Immagini dello spirito, presentando I'omaggio a uno dei massimi scultori contemporanei Ugo Riva, presente con 2 sculture e 3 disegni, opere di altissimo livello. Interventi anche del vice presidente della Fondazione Sergio Cagossi e di Francesca Zaltieri.

Oggi (domenica 15 ottobre) alle 10 e alle 16 la curatrice guiderà una visita della mostra che rimarrà aperta fino al 19 novembre da giovedì a sabato ore 16-19 e domenica ore 10-12 e 16-19.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista