Quotidiani locali

liceo musicale 

La Riforma di Lutero in chiesa con Bach Sabato tocca ai Gospel

Commovente ascoltare le parole di Lutero in una chiesa cattolica, gremita e attenta, dalla bella voce di uno studente di quinta con esperienze teatrali. Ai 10 comandamenti Lutero aggiunse parole sue....

Commovente ascoltare le parole di Lutero in una chiesa cattolica, gremita e attenta, dalla bella voce di uno studente di quinta con esperienze teatrali. Ai 10 comandamenti Lutero aggiunse parole sue. Bach compose un Piccolo Catechismo per accompagnare quei testi in modo splendido, ma semplice e accessibile al popolo anche dei villaggi. L’organo suonato dal maestro Alessandro Licata e il coro del liceo musicale Isabella d’Este hanno fatto vivere questa esperienza intensa e insolita nella chiesa di San Leonardo. Un modo suggestivo e intelligente di far conoscere Lutero e ricordare i 500 anni della Riforma protestante che cambiò l’Europa. «Io solo sono il Signore Dio tuo, non avrai altro Dio fuori di me, a me devi affidarti interamente e amarmi dal profondo del tuo cuore»: così il monaco tedesco che aborriva la vendita delle indulgenze e il lusso della Curia romana, scriveva nel suo Catechismo tedesco. «Sarai paziente e mite d’animo e farai del bene anche al tuo nemico», «Non approfitterai del sudore altrui», Monito e dolcezza si aggiungono alle tavole di Mosè, suggerendo un rapporto più diretto con Dio. Viene meno la mediazione della Chiesa, che affidava il racconto del Vangelo ai sacerdoti. Lutero tradusse la Bibbia in tedesco e promosse l’alfabetizzazione di massa. Come avevano fatto già i Valdesi.

Gli istituti scolastici Carlo d’Arco e Isabella d’Este, nel ricco programma per i 500 anni della Riforma, coordinato dal docente Andrea Ranzato, hanno dato ampio spazio alla musica dei protestanti insieme alle conferenze con docenti di storia, preti cattolici e pastori valdesi ed evangelici e a un ciclo di film: Dies Irae di Carl Theodor Dreyer, Luci d’Inverno di Ingmar Bergman e Il pranzo di Babette di Gabriel Axel. L’ultimo appuntamento, La musica del risveglio, dagli spiritual ai gospel, è in programma sabato, alle 17 nell’aula magna dell’Isabella d’Este, in via Giulio Romano. Il pastore evangelico Andrea Artioli aiuterà a capire come sia nata questa tradizione di canti corali molto belli e nei quali spiccano le voci soliste, che coinvolgono i fedeli in modo molto attivo. Il coro del liceo musicale, diretto dal docente Romano Adami canterà un programma di spiritual e gospel. E si ascolterà anche la band “The masterpiece” della chiesa Sola Grazia di Porto Mantovano, istituita liberamente da una famiglia. Va ricordato infatti che per i protestanti è chiesa dove si riunisce il popolo di Dio, senza la gerarchia tipica del cattolicesimo.

Indimenticabile resterà la serata in San Lorenzo, con il parroco don Zenesini a segnare il tempo ascoltando un maestro internazionale come Licata, chiamato a restaurare l’organo dell’Aracoeli a Roma, che suona per i ragazzi del liceo musicale. È raro in Italia ascoltare cori di giovani o musica di qualità nelle chiese. Una curiosità è stato poi vedere il preside del liceo Galilei di Ostiglia, Piero Buzzelli nel ruolo di voltapagine per il celebre organista. Ma lui è anche musicista, allievo proprio di Licata e all’Isef dell’Aquila ha insegnato Teoria, ritmica ed estetica della musica applicata all’educazione fisica.

Maria Antonietta Filippini

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista