Quotidiani locali

mantova

Barbieri tra realtà e fantasia, nuovi lavori su draghi e gatti

Nel primo volume 26 mostri mitologici abbinati ciascuno a un animale terrestre. E in 25 illustrazioni il disegnatore mantovano immagina il mondo visto dai felini

MANTOVA. Paolo Barbieri torna in libreria con due nuovi e sorprendenti volumi illustrati, in cui i confini che separano realtà e fantasia si fanno più sfumati per invitare i lettori a scoprire quanta magia si nasconda in ogni angolo del nostro pianeta.

Mostri mitologici e creature terresti si incontrano tra le pagine di Draghi e altri animali, il libro edito da Mondadori che racchiude 26 tavole realizzate interamente a matita dal celebre disegnatore mantovano. A quest’opera, uscita martedì scorso, si affianca Fantasy cats, una raccolta di 25 illustrazioni, prevalentemente a colori, che la casa editrice Lo Scarabeo distribuirà a partire dal 7 dicembre.

Quest’anno, dunque, Barbieri si è superato, offrendo al suo pubblico una doppia sorpresa. «Ho curato personalmente i testi di entrambi i volumi – spiega l’autore – ma ho dato poco spazio alle parole, perché desidero che a parlare siano soprattutto le immagini».

In Draghi e altri animali l’artista ha ritratto i mitologici mostri sputa-fuoco in tutte le loro sfaccettature e li ha associati a un animale terrestre: dall’ape alla tartaruga, passando per il cavallo, la rondine, l’elefante, la giraffa e molti altri. «In questo libro, i draghi hanno seguito l’evoluzione che il mio mondo interiore ha avuto negli anni: alcuni sono piccoli come insetti e adorano il miele, altri sono maestosi e alteri, altri ancora un po’ buffi – sottolinea il disegnatore –. Li ho rappresentati in simbiosi con l’ambiente e, mentre disegnavo, riflettevo sull’immagine che noi abbiamo del fantasy, visto attraverso i libri, i film ed i videogiochi, che ci portano alla scoperta di universi lontani di fronte ai quali ci sentiamo come alieni. Ma se gli alieni fossero gli altri? Se un extraterrestre arrivasse sul nostro pianeta con quanta meraviglia ammirerebbe le splendide creature che lo popolano? Grazie ai draghi, voglio mostrare quando sia bella e magica la Terra e fino a che punto siano sconsiderati gli uomini che non rispettano l’ambiente».

Ogni illustrazione è accompagnata da una mini fiaba. «Ho sempre sognato di realizzare un libro sui draghi e finalmente ho avuto l’occasione di farlo – commenta Barbieri – Diverso è il caso dei gatti: se qualche anno fa mi avessero proposto di disegnarli, avrei rifiutato. Nel frattempo, però, il mio mondo artistico è maturato ed oggi mi interessa soprattutto dar vita ad universi fantasy più raffinati». Perciò, quando è arrivata l’offerta, l’artista ha accettato la sfida. «In Fantasy Cats ho voluto mostrare il mondo visto attraverso gli occhi del gatto ed evidenziare i tratti comportamentali di questo splendido felino».

Tra le pagine del libro, ci sono gatti che attraversano le quattro stagioni, accompagnati da una foglia che cadendo si trasforma in una ballerina, oppure affiancati da una fata o da uno gnomo. Ce n’è anche uno con la coda mozza, che per un’illusione ottica assume la forma di un unicorno. «Mi sono ispirato a un micio che avevo quando ero piccolo» rivela. I testi sono scritti sia in italiano che in inglese, poiché Fantasy cats verrà distribuito in diversi paesi del mondo. Giovedì prossimo Barbieri incontrerà i suoi tanti fan al Lucca comics and games, dove presenterà i nuovi libri.

Rita Lafelli
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista