Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Gospel, blues e solidarietà con tre serate all’Ariston

Dal 24 novembre spettacoli con i Pastor Ron e tributi a Blues Brothers e Eagles. Il sostegno andrà ad associazione Parkinson, Cuore Amico e Alice Onlus

MANTOVA. Dare valore alla musica, alla solidarietà e all’associazionismo per fare sì che oltre allo svago e al divertimento si facciano conoscere le varie realtà del sociale nel mantovano. Così il presidente dell’Associazione comunali Sergio Olivieri presenta il festival “Gospel & blues”,inieme al presidente del consiglio comunale Massimo Allegretti, al presidente dell’Associazione Parkinson Onlus Antonina Paulis, al presidente dell’Associazione Cuore Amico Onlus Luciano Chinaglia e al segretario dell'Associazione Alice Onlus Alberto Malagutti.

Si tratta di tre serate, tutte in programma al teatro Ariston alle 21: venerdì 24 novembre si esibirà The Blues Brothers tribute band, che riproporrà i brani dell’omonimo film di John Landis con Dan Aykroyd e John Belushi; venerdì 1 dicembre il palco sarà per The Eagles story gruppo genovese che si esibisce con il repertorio della celebre band californiana; giovedì 14 dicembre arriverà il Pastor Ron Gospel show che, animato da un gruppo di sette componenti guidato dal pastore Ronald Hubbard in pieno stile black, sarà intervallato da momenti di comicità e umorismo (sull'onda del successo già raccolto a Roma, Firenze e Mestre).

«La scelta del genere gospel, al quale quest’anno abbiamo aggiunto il blues, è motivata dalla relativa semplicità e immediatezza di questa forma di canto polifonico, e del suo forte potere aggregativo in quanto i cori coinvolgono un numero considerevole di persone - sottolinea Olivieri - Inoltre è centrale il significato che questo genere musicale, assieme al blues e al jazz, ha assunto fin dall’inizio nella storia afroamericana, ovvero quello di permettere una forma di riscatto dalla schiavitù».