Quotidiani locali

teatro

Gag e satira sulla vita di oggi. Pucci protagonista a Mantova

Il comico ritorna con “In.. tolleranza zero” giovedì 9 novembre al Gran Teatro Palabam. L’artista: «La gente si diverte perché si riconosce nelle situazioni che racconto»

MANTOVA. “In…tolleranza zero”, di e con Andrea Baccan, in arte Pucci, sarà in scena giovedì 9 novembre alle 21 al Gran Teatro Palabam. «Quando si diventa pseudo vecchi, come me, quello che ci accade intorno, anche le piccole cose, dettagli innocui che fino a qualche anno prima si liquidavano con un sorriso, diventano improvvisamente eventi degni di un’intolleranza grandiosa – racconta il comico milanese -. E’ l’accumulo poi che ci fa perdere l’autocontrollo nella reazione».

Questo spettacolo che Andrea Pucci porta in giro per i palcoscenici d’Italia da due anni, con sold out ovunque, anche grazie alla popolarità dei suoi spettacoli tv sulle reti Mediaset, soprattutto a Colorado, rende esilarante la fatica di vivere di chi, a 50 anni, si trova ad interagire con nuove e incomprensibili mode, nuove tecnologie, con la scuola dei figli e le dispendiose attività extrascolastiche senza tralasciare gli acciacchi del mezzo secolo che si porta sulle spalle. Costretto ad esami clinici ed esercizi fisici, per rimanere vitale in un mondo dove sono diventate indispensabili cose fino a poco tempo fa inutili e ridicole. «Va in scena quello che accade, giorno dopo giorno, questo è il fil rouge dei miei lavori – spiega -. La gente, il pubblico, si diverte perché si riconosce nelle diverse situazioni che racconto. La struttura è, più o meno fissa, nel senso che il teatro ha le sue regole, si fa una sorta di contratto con lo spettatore che deve sapere che quello che “compra” è uguale per tutta la stagione. Se dovessi dire però che va in scena lo stesso spettacolo da novembre a marzo direi una bugia. Ogni sera è diversa e entra qualcosa di nuovo che mi ha stimolato ed è diventato lo spunto per un nuovo sketch».

L’attore evita da sempre, per scelta, la satira politica, preferendo quella di costume, la quotidianità è infatti il suo argomento prediletto, capace di stupire, come sempre, molto più di ogni possibile fantasia. E anche all’intervista telefonica non mancano gli esempi dei suoi monologhi. «Non tollero quando vai in pizzeria a prendere le pizze da portare a casa agli amici: sei lì da solo e ordini 3 margherite, 2 quattro stagioni, 1 coi funghi e 3 napoli e il pizzaiolo ti fa : “da portare via?» – «No, me le mangio tutte io! guardi da bere solo un bicchiere d’acqua!». E così a seguire, una battuta dopo l’altra, Andrea Pucci sfonda le assurde porte che ognuno di noi si trova a superare ogni giorno per tornare a casa sani e salvi a colpi di una “intolleranza” dalla comicità energica e devastante. «Mantova non è una delle città del cuore per me - conclude - anche se è molto bella. Si sta bene e, come al solito, ci ho trovato degli amici che vedo sempre volentieri». Info e prenotazioni per lo spettacolo, in via Melchiorre Gioia 3 a Mantova sono possibili sul sito www.ticketone.it.

Paola Cortese
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista