Quotidiani locali

mantova

Bennato: dobbiamo aiutare il Terzo mondo

Con “Pronti a salpare” il cantautore avverte l’Occidente

MANTOVA. Sabato arriva a Mantova il tour di Edoardo Bennato, il più rock della scuola classica del cantautoriale italiano. Presenterà il suo ultimo lavoro, Pronti a Salpare. Il concerto è organizzato da InsideOut Agency che, dopo il successo estivo della seconda edizione di Mantova Arte & Musica, ha proposto al pubblico mantovano un cartellone estremamente diversificato tra musica, musical e cabaret . Bennato porta in tour il suo nuovo album uscito il 23 ottobre e i suoi grandi successi.

Pronti a salpare, dunque, è un lavoro ricco di contenuti. Quattordici brani in cui Bennato fotografa con la sua caratteristica ironia i diversi aspetti della nostra società tra cui politica, famiglia, figli, futuro, amore, menzogna senza mai dimenticare le proprie radici. L'etichetta del cantautore impegnato non spaventa Bennato, e lo ribadisce alla Gazzetta: «Tu sei forte, tu sei bello, tu sei imbattibile, tu sei incorruttibile, tu sei un... cantautore! questa canzonetta era l'ironia fatta anche su me stesso, di quello che la parola cantautore significava negli anni Settanta, qualcosa che sottintendeva una sorta di “diversità” dal concetto di uno che canta e scrive le proprie canzoni. Dipende, insomma, da che cosa si intende per musica impegnata. Per quanto mi riguarda, l'unica differenza che intendo è quella tra musica bella e musica brutta, tra qualcosa da dire e niente da dire!».

Sul nuovo lavoro e sul tema centrale delle migrazioni, Bennato ricorda che «Pronti a salpare è una frase rivolta a noi cosiddetti “privilegiati” del sistema occidentale, siamo noi che dobbiamo ad essere pronti a salpare nel “mare magnum” delle idee. Saremo costretti, volenti o nolenti, a capire che il nostro benessere futuro, la nostra sicurezza e quella dei nostri figli, non può prescindere dalla soluzione dei problemi del terzo mondo».

Sul passato, e le critiche alla sua svolta pop, Bennato risponde: «Grazie alla sigla dei mondiali di calcio del 1990, fui ammesso al cospetto di B. B. King, mio grande maestro di blues. Quando a Pistoia blues qualcuno gli chiese: Mister King c’è Edoardo Bennato che vorrebbe suonare con lei; lui in prima battuta rispose: “Edoardo Bennato? Who his this guy?”. Allora gli dissero che ero l'autore della sigla dei Mondiali: avuta questa risposta, accettò».

Sulla mancata collaborazione con Pino Daniele, Bennato ricorda che «non è mai capitata l'occasione. Avevamo in mente qualcosa ma purtroppo, non si è fatto in tempo a concretizzarla... avevo grande stima di Pino».

Il concerto di Mantova si terrà al Teatro Sociale alle 21. Ancora disponibili solamente i biglietti dei palchi (la vendita è stata aperta ieri) al prezzo di 40 euro.

Luca Cremonesi
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista