Quotidiani locali

mantova

Giovani emergenti sul palco del Bibiena per fini benefici

Concerto di fine anno “La musica è divertimento: dalla classica ai giorni nostri” sabato 30 dicembre alle 20.30

MANTOVA. Valorizzazione di giovani artisti con un vasto repertorio su un palco prestigioso e con una finalità benefica. Così l’assessore comunale al welfare Andrea Caprini descrive il concerto di fine anno “La musica è divertimento: dalla classica ai giorni nostri”, organizzato dalla fondazione Discanto di Mozzecane (Verona) con il patrocinio del Comune di Mantova che si terrà sabato alle 20.30 al teatro Bibiena; la serata è aperta gratuitamente a tutta la cittadinanza ed eventuali offerte libere verranno devolute in favore del restauro di cui necessita l’organo del Duomo di Mantova.

Il concerto, con la direzione artistica del maestro Stefano Darra (direttore generale della fondazione) vede protagonisti tre vincitori delle ultime edizioni del premio internazionale di musica Gaetano Zinetti, che si svolge ogni a settembre a Sanguinetto (Verona) e che l’anno prossimo taglierà il traguardo delle ventiduesima edizione, accompagnati dal maestro Federico Donadoni.



Il violoncellista diciassettenne Luca Giovannini si cimenterà con i brani “Toccata” di Girolamo Frescobaldi e Gaspar Cassadó, “Une larme” di Gioachino Rossini, “Variazioni” di Niccolò Paganini e “Vocalise” di Sergei Rachmaninov; il soprano Chiara Fiorani eseguirà “Una voce poco fa” da “Il barbiere di Siviglia” e “Addio mio dolce amor” da “Edgar” di Rossini, “Ave Maria” da “Otello” di Giuseppe Verdi, “Me vojo fa’ na casa” di Gaetano Donizetti, “Non ti scordar di me” di Ernesto De Curtis e “Oh holy night- cantique de noel” di Adolphe Adam; il baritono sudcoreano Kim Bongjung si esibirà con i brani “Cruda funesta smania” da “Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizetti, “Toreador song” da “Carmen” di George Bizet, “di Provenza il mar, il suol” da “La traviata” e “È sogno? O realtà?” da “Falstaff” di Giuseppe Verdi e “Era eguale, la voce?” da “Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini. Il programma potrebbe subire delle variazioni.

«Tra le finalità di discanto vi sono: promuovere la diffusione della cultura, specialmente in ambito musicale; aiutare i giovani artisti ad affacciarsi al mondo del lavoro fornendo loro occasioni a livello professionale; creare una rete di networking con altre realtà; favorire il turismo culturale” afferma Darra.

Luca Scattolini
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik